facebook rss

L’eliambulanza atterra due volte
nel Piceno: un’ustionata e un uomo
che si sente male dopo un tamponamento

L'ESPLOSIONE di una bottiglia di soluzione alcolica è la causa dell'incidente capitato ad una donna di circa 40 anni di Porto d'Ascoli. A Pagliare invece un 35enne ha avuto un malore davanti all'autofficina, uscendo dalla quale aveva tamponato un'auto che era lì davanti

Una donna di circa 40 anni, di origini straniere, è rimasta gravemente ustionata al volto e agli arti superiori dall’esplosione di una bottiglia di soluzione alcolica, avvenuta questa sera, 2 settembre, nella sua abitazione di Porto d’Ascoli.

I sanitari arrivati a bordo dell’ambulanza inviata dalla centrale operativa del 118 di Ascoli hanno ritenuto necessario allertare l’eliambulanza che poco dopo è atterrata nel piazzale dello stadio “Riviera delle Palme” di San Benedetto, per caricare la paziente e ripartire alla volta del “Torrette” di Ancona.

L’incidente ha coinvolto anche un’altra donna che, ferita meno seriamente,  è stata invece trasportata al “Madonna del Soccorso” di San Benedetto.

Pagliare del Tronto è stata invece teatro di un altro episodio che ha reso necessario l’intervento del velivolo di soccorso, nella tarda mattinata di oggi.

Si è trattato in questo caso di un malore di cui è stato vittima un 35enne del luogo, poco dopo un tamponamento.

Lì per lì, l’uomo non ha riportato conseguenze per il sinistro tra la sua auto ed un’altra davanti all’autofficina dalla quale era appena uscito.

Subito dopo però si è sentito male, tanto da indurre le persone presenti a chiamare subito il 118.

Ancora una volta sono stati i sanitari a richiedere l’intervento di “Icaro” che ha trasferito il paziente al “Trauma Center” regionale per scongiurare lesioni interne, conseguenza del tamponamento, o altro.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X