facebook rss

Movida, ancora chiamate
per schiamazzi: erano infondate

ASCOLI - Potrebbero vedersi arrivare una multa le tante persone che erano sotto le logge di Piazza del Popolo ed a Piazza Arringo. Ma solo se immortalati senza mascherina dalle videocamere le cui immagini sono ora al vaglio degli investigatori

Ragazzi in via del Trivio (foto d’archivio)

Ad Ascoli i locali del centro storico sono stati molto gettonati, e non solo dai più giovani, per godersi questi ultimi weekend di fine estate.

Le forze dell’ordine, poliziotti, carabinieri, finanzieri e vigili urbani coordinati da due funzionari della Questura, l’uno nel capoluogo ascolano, l’altro in Riviera delle Palme, hanno vigilato affinchè regnasse il rispetto delle norme anti Covid e non ci sono stati particolari problemi.

Tante persone c’erano nei pressi di quelli posti sotto le logge di Piazza del Popolo e a Piazza Arringo, con gli investigatori che ora stanno visionando le immagini per identificare coloro che erano senza mascherina e multarli.

Anche i gestori di quegli esercizi rischiano la sanzione, qualora venisse accertato che non hanno agito in conformità ai protocolli sanitari. Poche le telefonate arrivate al 113 per segnalare baccano in rua delle Stelle, via Pretoriana, Corso Trieste e Trento e piazza San Tommaso, ma erano prive di fondamento, poiché le pattuglie della Squadra Volante che sono transitate da lì hanno trovato ragazzi che parlavano, con le loro voci amplificate dalle mura alte e dalle strade molto strette.

Solo nei pressi di un bar due persone avevano tra loro litigato, ma poi la situazione è tornata alla normalità.

Sul Colle San Marco era tutto ordinato, poiché è noto come sia rischioso accendere lì falò.

Movida, musica a tutto volume sul lungomare: si ballava in un locale che ora rischia la chiusura


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X