facebook rss

“Mi sa che fuori è primavera”,
il dramma di Irina
sul palco del Ventidio Basso

ASCOLI - Primo appuntamento con la rassegna "Ascoli Scena d'Autunno" il 19 e 20 settembre. La pièce è tratta dall'omonimo libro che Concita De Gregorio ha scritto per raccontare la storia della Luci

Si apre il sipario su Ascoli Scena d’Autunno (qui il programma), nuova rassegna tra Ventidio Basso e Filarmonici promossa da Comune e Amat.

Un momento dello spettacolo

Sabato 19 alle 21 e domenica 20 settembre alle 18 si parte con Mi sa che fuori è primavera di Giorgio Barberio Corsetti e Gaia Saitta, direttamente sul palco del Ventidio.

Lo spettacolo è tratto dall’omonimo libro di Concita De Gregorio, e porta in scena la storia di Irina Luci, tristemente nota alla cronaca. Irina è una donna alla quale un giorno vengono sottratte al marito le due figlie gemelle di sei anni. L’uomo si uccide e le bambine non saranno mai più ritrovate. La De Gregorio trova le parole per raccontarne la storia.

Nasce da qui la versione teatrale di questa vicenda così difficile: un episodio tragico nel senso più classicamente teatrale del termine, in cui l’eroina subisce la perdita dei figli e deve sopravvivere alla sua stessa vita di dopo senza cedere alla tentazione di sparire lei stessa.

Informazioni: del teatro 0736.298770, Amat 071.2072439, online su www.vivaticket.com.

“Scena d’Autunno”, bentornato teatro Arrivano Pasotti, D’Abbraccio e Mascino


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X