facebook rss

Investimenti pubblicitari incrementali: che cos’è

L'INOLTRO delle domande scade il 30 settembre. Il bonus riguarda l'investimento di tutto il 2020. Se non si presenta la domanda, quello che verrà investito quest’anno per la pubblicità, varrà inteso come presupposto dell’incremento minimo per il 2021 sul 2020

Dal 2018 è stato istituito un credito d’imposta per le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, e successive modificazioni).

Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente.

Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati ed è concesso nei limiti massimi degli stanziamenti annualmente previsti e nei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 maggio 2018, n. 90, sono stati definiti i criteri e le modalità di attuazione della misura agevolativa e con il provvedimento del Capo del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 31 luglio 2018 è stato approvato il modello di comunicazione telematica per la fruizione del credito con le relative modalità di presentazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria dove sono disponibili le faq e l’elenco – pdf dei soggetti ammessi alla fruizione del credito d’imposta per l’anno 2019.

Per l’inoltro delle domande la scadenza è il 30 settembre 2020.

Se, ad oggi, non sono stati fatti investimenti pubblicitari la domanda conviene comunque presentarla poiché il bonus riguarda l’investimento di tutto il 2020.

Se non si presenta la domanda, quello che verrà investito quest’anno per la pubblicità, varrà come inteso come presupposto dell’incremento minimo per il 2021 sul 2020.

INFO: 331 31 61 960 – commerciale@cronachepicene.it

IL MODELLO


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X