facebook rss

Ascoli fuori dalla Coppa Italia,
tutto troppo facile (1-4)
per il Perugia

CALCIO - I bianconeri subito estromessi dalla competizione dopo aver rimediato una brutta figura contro gli umbri, avanti di tre gol già al riposo. Ad inizio ripresa la quarta rete. Nel finale lo spettacolare, quanto purtroppo inutile, gol di tacco di Ghazoini. E sabato arriva il Lecce

di Andrea Ferretti

L’Ascoli è reduce dall’1-1 di Brescia, mentre il Perugia, che negli ultimi anni aveva sempre affrontato i bianconeri in Serie B, dal 2-2 interno col Fano. Per gli allenatori è l’occasione per vedere all’opera un po’ tutti i giocatori a disposizione, anche in vista degli impegni di campionato del prossimo turno: Ascoli in casa col Lecce sabato e umbri ad Arezzo lunedì.

Una fase di gioco della partita

L’intento riesce senza dubbio più a Caserta, perchè Bertotto schiera una formazione fatta di ipotetiche seconde linee che, però, in campo sembra incapace di ritrovarsi. Il Perugia se ne accorge subito e chiude il primo tempo avanti di tre gol. All’alba della ripresa gli umbri piazzano il quarto sigillo, poi si divorano due occasioni. E alla fine c’è il gol della bandiera, bellissimo ma inutile.

Per l’Ascoli il tonfo è simile a quello di due anni fa quando all’esordio in Coppa Italia, sempre al “Del Duca”, la squadra allenata da Vivarini perse 0-4 con la Viterbese. Unica differenza, stavolta, la rete finale di Ghazoini.

Sabato arriva il Lecce in campionato. Non c’è da stare tranquilli, è vero. Ma è altrettanto vero che quello visto in Coppa è una sorta di “Ascoli 22. Conviene allora sperare bene.

LA CRONACA – Primo lampo al 6’ dell’Ascoli: destro di Eramo dal limite, Fulignati respinge coi pugni. Resta questa l’unica vera conclusione bianconera dell’intero match. Al 12’ Perugia in vantaggio: calcio piazzato di Burrai sulla trequarti, sponda di testa di Lunghi sul palo lontano, tocco finale del difensore Rosi sulla linea. Al 25’ il raddoppio con un rasoterra di Murano da fuori area: Sarr si distende ma non ci arriva, palo interno e gol. Al 42’ il tris di Dragomir che sfrutta un controllo sbagliato in area di Ghazoini. Nella ripresa, dopo appena trenta secondi, il quarto gol di Lunghi (17 anni) che si presenta solo davanti a Sarr e lo batte. Al 12’ Murano si divora il quinto centro su invito di Sounas. Poi al 41’ Sarr salva si riscatta (si fa per dire) uscendo bene su Bianchimano lanciato a rete. E allo scadere la “perla”, purtroppo inutile, di Ghazoini che devia a volo di tacco un centro di Eramo.

Bertotto e Caserta prima della partita

ASCOLI (4-3-3): Sarr 4; Ghazoini 6, Corbo 6 Sini 5 Sarzi Puttini 5 (1’st Semeraro 5); Eramo 6 Donis 4,5 (19’st Costa Pinto 5) Cavion 5,5 (1’st Saric 6); Mallè 4 (1’st Chiricò 6) Vellios 4,5 Matos 4,5 (1’st Cangiano 5). A disposizione: Leali, Pucino, Avlonitis, Petrucci, Padoin, Lico, Bajic. Allenatore: Bertotto 5.

PERUGIA (4-3-3): Fulignati 6; Rosi 6,5 (1’st Sounas 6) Angella 6 Negro 6 Righetti 6; Dragomir 6,5 (11’st Moscati 6) Burrai 7 Kouan 6,5 (1’st Cancellotti 6); Lunghi 6,5 Murano 6,5 (16’st Bianchimano 6) Melchiorri 6 (11’st Elia 6). A disposizione: Baiocco, Sgarbi, Crialese, Falzerano, Tozzuolo. Allenatore: Caserta 7.

Arbitro: Massimi di Termoli 6 (assistenti Di Gioia di Modena e Marchi di Bologna, quarto ufficiale Feliciani di Teramo).

Reti: 12’pt Rosi (P), 25’pt Murano (P), 42’pt Dragomir (P), 1’st Lunghi (P), 45’st Ghazoini (A).

Note: ammoniti Ghazoini (A), Sarzi Puttini (A), Cancellotti (P), Murano (P), Lunghi (P), Cangiano (A) tutti per gioco falloso. Angoli 3-2 per il Perugia. Recupero 0’+3′.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X