facebook rss

Nel Piceno 9 nuovi casi
e 2 ricoveri in Rianimazione

EMERGENZA - Si trovano al "Madonna del Soccorso" dove c'è anche un terzo paziente residente nel Maceratese. All'ospedale di San Benedetto ci sono 12 posti letto riservati ai Covid che necessitano di terapia intensiva o sub intensiva, mentre altri 6 posti sono riservati ai no Covid. Ecco di dove sono gli ultimi contagiati rilevati dal Sisp
Sono 9 i nuovi positivi al Coronavirus registrati nel Piceno dal servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Area Vasta 5, diretto dal dottor Claudio Angelini, alle 20 di ieri 29 settembre.

La terapia intensiva per Covid del “Madonna del Soccorso” durante la fase clou dell’emergenza

Quattro di questi sono di Ascoli Piceno, 1 di San Benedetto del Tronto, 1 di Castorano, 2 di  Folignano e 1 di Acquaviva Picena.

Due invece, tra i contagiati, sono ricoverati nel reparto Rianimazione dell’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Uno è di Folignano – dove anche altri 3 sono ricoverati ma al “Murri” di Fermo nel reparto Malattie Infettive) – e uno della Vallata.
All’ospedale di San Benedetto, a terapia intensiva riservati ai Covid, c’è un terzo paziente residente in un Comune dell’Area Vasta 3 e precedentemente ricoverato al “Murri” di Fermo.
La direzione di Area Vasta 5 precisa che al momento, «per i pazienti positivi al Covid che hanno bisogno di ricovero in reparto per acuti, e che non hanno bisogno di terapia intensiva o subintensiva, è a disposizione il reparto Malattie Infettive dell’Ospedale “Murri” di Fermo.
Nel caso in cui, invece, i pazienti abbiano bisogno di ricovero in terapia intensiva, sono a disposizione 12 posti letto di Rianimazione (al piano -2) del “Madonna del Soccorso”.
Sempre all’ospedale di San Benedetto restano attivi i posti letto di Rianimazione (al piano -1) no Covid che possono accogliere fino a 6 pazienti».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X