facebook rss

Intesa per il sovraindebitamento:
al via la fase operativa

ASCOLI - L'accordo, con la firma in Prefettura, ha suggellato l'adesione di Fondazione Carisap e Bottega del Terzo settore all'iniziativa rivolta agli imprenditori in difficoltà economica. Per le consulenze sono stati previsti sportelli d'ascolto sia nel capoluogo di provincia che a San Benedetto. All'incontro hanno preso parte anche i vertici provinciali delle forze dell'ordine e i presidenti degli Ordini di Avvocati e Commercialisti

L’incontro in Prefettura

 

E’ avvenuta stamattina, 2 ottobre, in Prefettura ad Ascoli, l’adesione al “Protocollo d’intesa per l’applicazione della legge sul sovraindebitamento”  da parte della Fondazione  della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e della Bottega del Terzo Settore.

L’evento, che ha suggellato la firma dello scorso 3 luglio (leggi qui), consente di avviare concretamente la fase operativa dell’intesa attraverso l’attivazione  degli “Sportelli Informativi” che verranno costituiti ad Ascoli nella sede della Bottega del Terzo Settore e  a San Benedetto nella sede della Fondazione Monsignor Traini.

Gli stessi  sportelli sono stati  previsti dal Protocollo  proprio allo scopo di offrire alle persone in difficoltà  un punto di ascolto dove rappresentare i propri problemi  e trovare  risposte e indicazioni appropriate.

L’accordo rappresenta un concreto aiuto agli imprenditori in situazioni di disagio per facilitare la conoscenza delle prerogative previste dalla legge che regola lo strumento allo scopo di superare la situazione di crisi con lo sdebitamento e il reinserimento economico.

Fondamentale il  ruolo che verrà svolto in questa fase dagli Ordini professionali dei Commercialisti e degli Avvocati nell’attività di formazione e di informazione che verrà assicurato in seno agli sportelli nella prospettiva  di fornire un reale supporto a coloro che versano in situazioni di disagio a causa del sovraindebitamento.

Tutti i firmatari del protocollo svolgeranno adeguata attività di diffusione dell’iniziativa per incoraggiare i soggetti in difficoltà ad avvalersi delle procedure e dei benefici  previsti dalla legge con il sostegno di professionisti e l’individuazione di un gestore della crisi  allo scopo di dare una speranza ad   un loro   possibile reinserimento,  senza nascondersi o rifugiarsi nel grave fenomeno dell’usura.

All’incontro oltre al Prefetto Rita Stentella, hanno partecipato il neo Questore, Alessio Cesareo, il Comandante provinciale dei Carabinieri Aldo Scalinci,  il Comandante della Guardia di Finanza colonnello Michele Iadarola, il presidente della Fondazione Carisap Angelo Davide Galeati, il presidente della Bottega del Terzo Settore Roberto Paoletti, il presidente dell’associazione antiusura “Monsignor Traini Onlus” Edio Costantini,  il presidente dell’Ordine degli Avvocati Tommaso Pietropaolo ed il presidente dell’Ordine dei  Commercialisti e degli Esperti Contabili Carlo Cantalamessa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X