facebook rss

Le pagelle dell’Ascoli:
Saric il più concreto,
Vellios si mangia il pari

SERIE B - Molte insufficienze per i bianconeri dopo la sconfitta interna con il Lecce. Leali, incolpevole sui gol, evita la terza capitolazione. Donis ancora fuori dai meccanismi di squadra - TUTTE LE FOTO DELLA PARTITA

L’Ascoli schierato con il Lecce

di Andrea Ferretti

LEALI 6 – Incolpevole sui gol di Mancosu e Henderson, evita poi la terza capitolazione deviando col piede la conclusone di Coda.

PUCINO 5,5 – Confermato (a sorpresa) capitano, più concreto in fase difensiva che oltre la metà campo.

BROSCO 6  – Non ancora al top ma la solita buona partita. Comanda la difesa, va vicino al gol con una mezza rovesciata. L’Ascoli non può fare a meno di lui.

Avlonitis

AVLONITIS 6 – In campo solo nel primo tempo. Partita ordinata e senza sbavature. Dimostra sicurezza. Esce all’intervallo dopo che Adjapong gli rifila un pestone che lo costringe ora a camminare con le stampelle.

SARZI PUTTINI 5 – In grossa difficoltà nel primo tempo contro la rapidità di Adjapong schierato alto. Innocuo in fase offensiva.

DONIS 5 – Ancora fuori dai meccanismi della squadra. Bertotto lo schiera mezzala, ma è evidente come fisicamente sia ancora indietro di condizione.

Saric

SARIC 6,5 – Il migliore dei bianconeri. Abbina quantità e qualità schierato stavolta davanti alla difesa, in un ruolo che non è il suo. Partita di corsa e sostanza.

CAVION 6 – Si comincia a rivedere il giocatore della scorsa stagione. Qualche errore di troppo in fase di impostazione, ma forse le voci di mercato lo hanno turbato. Salvo sorprese, però, rimarrà in bianconero.

CHIRICO’ 6 – E’ il più attivo del reparto avanzato, ma è pur vero che Cangiano e Bajic  non si vedono mai. Va al tiro creando pericoli dalle parti di Gabriel. I soliti dribbling di troppo e, soprattutto nel secondo tempo, anche lunghe pause.

Bajic

BAJIC 4,5 – Fa a sportellate con Lucioni e Meccariello e ne esce quasi sempre perdente. Perde la palla da cui nasce l’azione che porta al vantaggio leccese. Bertotto gli chiede un lavoro di sacrificio, ma non raccoglie i frutti sperati.

CANGIANO 5 – Non sembra ancora pronto per giocare titolare in Serie B. Si muove molto sulla fascia, ma di lui non si ricordano spunti degni di nota.

CORBO (dal 1’st) 6 – Tutta la ripresa ala posto di Avlonitis. Affianca Brosco e lo fa anche discretamente, ma è anche vero che dopo il suo ingresso arrivano i due gol del Lecce.

Vellios

VELLIOS (dal 15’st) 4,5 – Dopo un’ora al posto di Bajic. Impacciato sotto porta quando, su sponda di Brosco, si divora il gol del 1-1, che precede di poco il raddoppio dei pugliesi. Mai pericoloso.

SABIRI (dal 22’st) 5,5 – Esordio in bianconero a gara ormai compromessa. Cerca di portare inventiva in un centrocampo spento, ma non ci riesce.

GERBO (dal 31’st) S.V. – Ultimi venti minuti per Cavion, quando ormai schemi e marcature sono belli che saltati

MALLE’ (dal 31’st) S.V. – Rileva Cangiano nella parte finale del match, ma non lascia impronte.

Ascoli-Lecce 0-2, secondo tonfo interno in 72 ore per una squadra ancora in rodaggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X