facebook rss

Due cantine del Piceno
tra le eccellenze internazionali

PREMIAZIONE - Le aziende agricole "Terra Argillosa" di Offida e "Fiorano" di Cossignano, insieme con "La Staffa" di Staffolo, sono state premiate a Riccione per il Gran Premio internazionale della Ristorazione 2020. La manifestazione, rinviata a marzo per il lockdown, si è tenuta il 5 ottobre

 

Ci sono tre cantine marchigiane, di cui due del Piceno, tra i vincitori del Gran Premio internazionale della Ristorazione 2020.

Sono state premiate Terra Argillosa di Offida, l’azienda agricola Fiorano di Cossignano e La Staffa di Staffolo (Ancona) con i diplomi di merito per l’eccellenza della produzione.

Si tratta di un prestigioso riconoscimento annuale dedicato alla cultura della tavola e dell’ospitalità patrocinato dall’International Maitres Association Hotel Restaurant, dalla Federazione italiana pubblici esercizi (sezione Rimini), dalla Federazione Italiana Settore Turismo, dall’Agenzia Stampa Anic Genova, dall’Accademia Italiana Maestri Sommelier, dall’Associazione italiana Sommeliers Romagna e dall’Associazione italiana maestri di ristorazione e ospitalità.

Paola Massi della “Cantina Fiorano” di Cossignano

La cerimonia di premiazione, originariamente programmata nel mese di marzo ma rimandata a causa del lockdown nazionale, si è tenuta lunedì 5 ottobre al Grand Hotel Des Bains di Riccione.

La consegna degli oltre 400 diplomi di merito ad altrettanti ristoranti, hotel, chef, sommelier e operatori del settore provenienti da varie regioni d’Italia e selezionati dalla giuria guidata dal giornalista e critico enogastronomico Pier Antonio Bonvicini, è avvenuta alla presenza di autorità e stampa di settore in diverse fasi della giornata per garantire il rispetto delle norme di sicurezza e distanziamento fisico.

A comporre la commissione d’onore del premio erano presenti, tra gli altri, Enrico Derflingher, già chef della Casa Reale inglese e della Casa Bianca e oggi presidente Euro-Toques International, Paolo Teverini, precursore della cucina naturale fin dagli anni ’90, lo chef e mastro pasticciere Luca Montersino, protagonista di diversi programmi televisivi di Alice Tv, e la delegata di Rimini dell’Associazione italiana sommelier Nunzia Tesoro.

Ristoranti stellati, osterie della tradizione, hotel, aziende vitivinicole e personale di sala: un mix di attività e persone del mondo enogastronomico internazionale ha rappresentato e raccontato durante la cerimonia nuove tendenze e opportunità future di un settore fortemente colpito dalla pandemia, ma pronto per ripartire con rinnovata energia nell’era post-Covid19.

La premiazione di “Ristorazione 2020”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X