facebook rss

Al Centro “Ada”
le emozioni post Covid

ASCOLI - E' stato il primo appuntamento dopo il lockdown. Presenti anche la presidente regionale Ada Marche Nirvana Nisi ed interprovinciale Paola Luzi. Relatore il dottor Stefano Berti, psicologo e responsabile della promozione della salute del Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta 2

Paola Luzi, Nirvana Nisi e Stefano Berti

Dopo la lunga pausa forzata per il Coronavirus è ripresa a piccoli passi e nel rispetto delle norme vigenti sul distanziamento fisico, l’attività dell’Ada (Associazione per i Diritti degli Anziani) presso il Centro Ada-Bruno Di Odoardo, nel quartiere Pennile di Sotto. E così dopo la Festa di via Lazio, svoltasi in esterno la scorsa domenica, in collaborazione con la locale parrocchia di San Marcello, sono ripresi anche gli incontri formativi ed informativi ed a tal proposito è stato organizzato uno specifico appuntamento dedicato, non a caso, alle problematiche di natura psicologica connesse al lungo lockdown a cui tutti nolenti o volenti abbiamo dovuto sottostare. L’incontro dal titolo “Come gestire le emozioni spiacevoli post Covid19”, promosso dall’Ada Marche, con la partecipazione della stessa presidente regionale Nirvana Nisi  ha interessato i numerosi presenti.

La relazione è stata svolta dal dottor Stefano Berti, sociologo, psicologo, psicoterapeuta, responsabile della promozione della salute del Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta 2, il quale, dopo l’introduzione dei lavori di Paola Luzi, presidente Ada interprovinciale di Ascoli e Fermo ed i saluti del vice presidente Francesco Fabiani, ha affrontato  le emozioni più spiacevoli che si sono vissute durante la clausura forzata e non solo, ma soprattutto quelle che ne sono derivate e con cui ancora ci si deve convivere.

In particolare l’intervento del dottor Berti è stato molto esplicativo sull’esame delle singole emozioni e delle loro combinazioni, attraverso anche l’illustrazione del “Fiore di Plutchik”, una sorta di rappresentazione grafica e cromatica delle emozioni e delle loro combinazioni.

Teorie dunque ma non solo perché poi si è passati anche all’esercitazione pratica, con il coinvolgimento di tutti i presenti a cui il relatore ha fatto eseguire anche esercizi di meditazione, respirazione e auto manipolazione, al termine dei quali tutti indistintamente ne hanno trovato un significativo giovamento psico e fisico.

Una ripresa dunque di attività davvero alla grande per il Centro Ada-Bruno Di Odoardo a cui, per quanto possibile, seguiranno altre analoghe iniziative, così come ha espressamente sottolineato Paola Luzi nel concludere il riuscitissimo incontro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X