facebook rss

L’ufficio postale di via Angelini
presto verrà riaperto

ASCOLI - Dopo la raccolta firme dei cittadini, ora l'intervento del sindaco Marco Fioravanti, che ha ricevuto assicurazioni da Poste Italiane e Anci. E' chiuso dal lockdown

L’ufficio postale di via Dino Angelini

Ad Ascoli, alla raccolta firme organizzata dai cittadini, si aggiunge l’intervento del sindaco. Oggetto l’ufficio di Poste Italiane di via Dino Angelini, a Porta Romana, che venne chiuso durante il lockdown e mai più riaperto.

Una situazione quasi surreale, vista la strategica posizione, con tutti i servizi (basti pensare al pagamento delle pensioni) che erogava per una vastissima clientela, compresi i numerosi anziani che vivono nel centro storico.

Sollecitato, è dunque intervenuto anche il sindaco Marco Fioravanti. 

«Durante il periodo del lockdown, nel pieno dell’emergenza Coronavirus, si è provveduto alla chiusura dell’ufficio postale di via Dino Angelini in concomitanza con la chiusura di altre filiali del territorio. Superato il momento più difficile dell’emergenza – dice il primo cittadino – di concerto con Poste Italiane, le varie filiali sono state gradualmente riaperte, tornando così a offrire servizi fondamentali per la cittadinanza sia in città sia nelle frazioni.

A rimanere chiuso – aggiunge Fioravanti – è stato il solo ufficio di via Dino Angelini. Ben consapevole dell’importanza cruciale rivestita da tale filale per i residenti del quartiere di Porta Romana e per tanti cittadini ascolani, ho più volte sollecitato i vertici locali delle Poste e di Anci (Associazione Comuni d’Italia, ndr) affinché si provvedesse alla riapertura dell’ufficio e al ripristino dei servizi offerti.

A tal proposito, ho avuto rassicurazioni in merito alla prossima riapertura della filiale di via Dino Angelini. Colgo l’occasione – la cnclusione del sindaco – per ringraziare i vertici di Poste Italiane e di Anci per la disponibilità, e ringrazio anche tutti i cittadini per la responsabilità e la pazienza mostrati nonostante i disagi cui hanno dovuto far fronte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X