facebook rss

Sul bus senza biglietto,
assolto dal giudice

SAN BENEDETTO - I fatti risalgono al 7 luglio del 2018 quando un nigeriano residente a Monsampolo fu arrestato dopo aver dato in escandescenza su un bus della Start. Il giudice ha accolto le conclusioni difensive degli avvocati Falciani e Forlini

Era accusato di aver colpito con calci e pugni due agenti della Polizia Ferroviaria che gli avevano intimato di scendere dal bus della Start dove era salito senza biglietto (leggi l’articolo) il 7 luglio del 2018 alla stazione di San Benedetto.

Ma alla fine un nigeriano (I.T.)  residente a Stella di Monsampolo è stato assolto dal giudice del tribunale di Ascoli Barbara Pomponi che ha accolto le conclusioni degli avvocati difensori Giuseppe Falciani e Antonella Forlini.

Gli avvocati hanno sostenuto il difetto del dolo nella resistenza ai due pubblici ufficiali, mentre per l’accusa di lesioni (derubricate a “colpose”) il giudice ha disposto il non doversi a procedere per la mancanza di querela da parte delle vittime.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X