Quantcast
facebook rss

Teatri Invisibili,
sold out la prima
di “Mare e rivolta”

GROTTAMMARE - La ventiseiesima edizione del festival parte al Teatro delle Energie con la proiezione del docufilm sul naufragio del peschereccio sambenedettese Rodi
...

E’ già sold out per la prima giornata dei Teatri Invisibili, in programma al Teatro delle Energie sabato 24 ottobre (alle 17, 19 e 21) e il giorno successivo alle 17 e alle 19.

Il peschereccio Rodi, a destra

Ricordando i 50 anni dal naufragio del peschereccio sambenedettese Rodi, la 26ma edizione del festival porta in scena la pagina importante dell’identità locale che racconta il percorso di riconoscimento dei diritti dei lavoratori del mare: l’apertura sabato 24 e domenica 25 è affidata alla proiezione del docufilm “Mare e rivolta” (ingresso libero con prenotazione obbligatoria su eventbrite.it).

L’edizione 2020 dei Teatri Invisibili si inserisce, infatti, nell’iniziativa “50 anni dal Rodi. Memorie e visioni future” e si svolgerà fino al 30 ottobre.

Il film della durata di 50 minuti è costruito su spezzoni d’epoca, testimonianze e ampi inserti fiction; è diretto da Marco Cruciani con la drammaturgia e regia teatrale di Piergiorgio Cinì su soggetto di Fabrizio Pesiri, Riccardo Massacci e dello stesso Cinì per la produzione di Re Nudo.

Da 26 anni rivolto alla drammaturgia emergente, il Festival Teatri Invisibili è promosso dal Laboratorio Teatrale Re Nudo e dal Comune di Grottammare in collaborazione con Amat e con il sostegno di Regione Marche e dell’azienda vitivinicola Ciù Ciù in qualità di sponsor.

Il sindaco Piergallini

«Anche quest’anno, la rassegna dei Teatri Invisibili nasce sotto la stella dell’impegno civile celebrando l’anniversario di un evento tragico per il nostro territorio e assai significativo per la nascita e l’organizzazione di una coscienza collettiva che, attraverso la lotta, riuscì ad ottenere importanti traguardi nell’affermazione dei diritti dei lavoratori -dichiara il sindaco Enrico Piergallini-. Si va a teatro non solo per evadere dalla realtà. Si va a teatro per guardare il mondo da un altro punto di vista e recuperare le forze per cambiarlo».

Il naufragio del peschereccio oceanico Rodi a poche miglia dalla costa sambenedettese il 23 dicembre del ‘70, con la morte dei dieci uomini dell’equipaggio diede il via a una rivolta spontanea contro le autorità, con scioperi, picchetti e blocchi delle strade, accusate di aver colpevolmente ritardato i soccorsi.

Ancora il mare e la rivolta saranno i protagonisti dell’ appuntamento successivo di venerdì 30 ottobre alle 21, tutto teatrale, in scena al Teatro delle Energie: Odissea, scritto, diretto e interpretato da Mario Perrotta con le musiche originali composte ed eseguite da Mario Arcari (clarinetto, oboe, percussioni) e Maurizio Pellizzari (chitarra, tromba).

Prevendita su vivaticket.it, per informazioni c’è il numero telefonico 071.2072439.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X