Quantcast
facebook rss

“Quelli che… la palla al centro”,
le proposte del club
di tifosi dell’Ascoli

ASCOLI - Nato quattro anni fa, nel terribile periodo del terremoto, è composto da alcuni amici che si propongono come «uno stimolo anche nel proporre riflessioni, idee, ricordi, parole, incontri e iniziative». La sede da Lolò, nella piazzetta “de li callare”
...

I soci del Club “Quelli che… la palla al centro”

Poco importa se il calcio va avanti a porte chiuse, o quasi. La fede non si discute, e in questo caso è quella per i colori bianconeri dell’Ascoli. E’ così che si presenta un club composto da amici appassionati di calcio uniti dalla stessa passione. E’ nato in modo spontaneo, proprio a ridosso dei i tragici eventi sismici del 2016 che videro anche il glorioso stadio Del Duca gravemente “ferito” dal terremoto.

«In quel periodo infatti – raccontano i soci Franco Bruni, Enzo Bruni, Giuseppe Massimi, Andrea Imperatori, Roberto Silvestri, Marco Ferretti, Francesco Paliotti e Giancarlo Gherardi – che abbiamo iniziato a riunirci periodicamente in uno dei luoghi storicamente più rappresentativi dell’autentico tifo bianconero: la piazzetta “de li callare”».

E così nacque il club dell’Ascoli “Quelli che… la palla al centro”.

E’ lì, infatti, che si trova la sede del club, presso lo storico negozio Lolò che, diventato oggi punto di riferimento del quartiere di Porta Maggiore, avviò la propria attività in contemporanea con il grande ritorno dell’allora Del Duca Ascoli dal calcio dilettantistico a quello professionistico, alla Serie C.

«A partire dalle conseguenze della sciagura del terremoto – dicono i tifosi di “Quelli che… la palla al centro” – abbiamo in animo che la tifoseria tornasse a vivere il calcio nel suo più intimo e genuino legame con il territorio, come fu per tutta la durata della lunga era della presidenza Rozzi, quando il calcio funse da elemento trascinatore e di progresso, anche economico, per tutto il territorio».

«A nostro giudizio – spiegano – alcuni elementi positivi in questo senso sembrano essere emersi negli ultimi tempi grazie alle iniziative dell’attuale compagine societaria che fa capo al patron Massimo Pulcinelli, il quale ha cercato, oltre che ad ottenere risultati apprezzabili sul campo di gioco, anche di coinvolgere personalità e imprese del territorio allo scopo di far sentire tutti rappresentati, con la giusta visibilità e l’autentico affetto nei confronti dei colori bianconeri. E’ in questa ottica – concludono – che nel tempo intendiamo essere uno stimolo anche nel proporre riflessioni, idee, ricordi, parole, incontri e iniziative».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X