Quantcast
facebook rss

Raduno di scooter truccati,
arriva la Polizia e salta tutto

SAN BENEDETTO - Si erano dati appuntamento nei pressi del centro commerciale "Porto Grande" di Porto d'Ascoli. Alla fine sono 35 i ciclomotori finiti sotto la "lente" della Motorizzazione per la revisione dell’idoneità tecnica, mentre i ragazzi identificati, quasi tutti minorenni, sono 46. Un mezzo sequestrato e numerose multe
...

Sono 46 i ragazzi, quasi tutti minorenni, identificati dalla Polizia. Sono 35 gli scooter “truccati” inviati al vaglio della Motorizzazione di Ascoli per la revisione straordinaria dell’idoneità tecnica. Sono diverse le sanzioni amministrative elevate per violazioni del codice della strada. Uno, infine, il ciclomotore sequestrato.

E’ il bilancio di un involontario blitz della Polizia (Squadra Mobile della Questura e Polstrada di Ascoli) effettuato a Porto d’Ascoli nei pressi del centro commerciale “Porto Grande”, dove si erano dati appuntamento – oggi in rete è estremamente facile – per un raduno di scooter truccati, cioè illegali.

Blitz “involontario” perchè i poliziotti erano lì, in abiti civili, per uno dei tanti servizi di prevenzione e contrasto dei reati predatori a danno dei veicoli in sosta nell’ampio parcheggio. L’esito, poi, è stato inaspettato. Sono infatti cominciati ad arrivare diversi scooter più… rumorosi del consentito.

Alla loro guida ragazzi, quasi tutti minorenni, che in pochi minuti sono diventati una cinquantina. Con il rischio anche di contravvenire alle norme anti Covid, ovvero assembramenti e distanziamento sociale.

Sono stati bloccati ed è scattato il controllo. Da un primo esame degli scooter, erano numerosi quelli che presentavano “modifiche” illegali rispetto alle caratteristiche tecniche e strutturali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X