Quantcast
facebook rss

Covid, a Venarotta tamponi
in modalità “drive in”
e nel camper sanitario

L'INIZIATIVA - Si parte martedì 10 novembre nel capoluogo e nelle frazioni. Ecco gli orari e come usufruire del servizio al costo di 20 euro e rivolto a residenti, domiciliati e a coloro che hanno una seconda casa in paese. Al momento il Comune guidato dal sindaco Salvi registra 45 contagiati
...
A Venarotta, con 45 positivi al Coronavirus e una ottantina in quarantena – ma il dato potrebbe non essere preciso, avvisa il sindaco Fabio Salvi – l’Amministrazione comunale ha ritenuto di non dover dormire sugli allori e di attivare subito una modalità di screening a tappeto.

Il sindaco Fabio Salvi

Parte martedì 10 novembre un servizio, rivolto a residenti, domiciliati ma anche a coloro che hanno una seconda casa a Venarotta, che prevede la possibilità di fare il tampone rapido sia in modalità drive in che nel camper sanitario al costo di 20 euro. 

Il prelievo in drive in si fa in piazza Quirico Martini martedì 10 e giovedì 12 novembre, dalle ore 14.30. Da domani, 9 novembre, è possibile prenotare al 320 0438609.

«Il numero comunale – precisa il sindaco Salvi – è stato appositamente istituito per l’emergenza sanitaria in collaborazione con la Croce Verde e risponde dal lunedì al sabato dalle 12 alle 14». 

Il camper sanitario servirà invece le frazioni, dalle ore 8 alle 12 nei giorni di martedì 10 e mercoledì 11 novembre e non è necessaria la prenotazione. Ma per informazioni è possibile chiamare il numero 366 595 1817.

Il camper sanitario

Martedì 10 novembre, alle 8, sarà a Curti (parcheggio pubblico), alle 9.30 a Gimigliano (piazzale della chiesa), alle 11 a Vallorano (piazzale della chiesa).
Mercoledì 11 novembre, il camper sarà alle ore 8 a Capodipiano (piazzale della chiesa), alle 9.30 a Cerreto (incrocio ex scuola), alle 11.30 a Monsampietro (piazzale della chiesa).

«Questa opportunità – sottolinea il primo cittadino – è rivolta soprattutto ai cittadini più anziani e a coloro che hanno difficoltà a spostarsi.
Abbiamo scelto alcuni punti di incontro in modo da aggregare più frazioni.
Ogni cittadino può recarsi in uno qualsiasi dei punti indipendentemente da dove abita, non è un servizio porta a porta ma di capillarizzazione per favorire al massimo l’acceso di tutti al servizio».

«Il tampone che viene fatto – ricorda Salvi, nella nota diffusa sui social – è antigenico rapido che è utile per un primo screening ma va confermato con un tampone molecolare.
Possono esserci dei falsi positivi o negativi, ecco perchè è importante poi contattare il proprio medico e fare ulteriori indagini.
Il tampone è consigliato se avete dei sospetti di contagio, sintomi iniziali o se avete avuto contatti stretti, non abbiate fretta laddove non ci sono particolare condizioni, piano piano tutti potranno controllarsi.
Non possiamo fare un numero infinito di tamponi ogni giorno, le scorte sono limitate per cui dobbiamo procedere in accordo con le disponibilità delle ditte che eseguono gli stessi.
Il Comune non è una struttura sanitaria, dopo il tampone, e per ogni necessità sanitaria dovete contattare e attenervi alle disposizioni del vostro medico e dell’Asur. 
I nostri medici sono il punto di riferimento a cui possiamo rivolgerci e a cui va il mio sempre costante ringraziamento.
Non venite a fare i tamponi in se siete già in quarantena o se malati».
Sul numero verde comunale, necessario per prenotare i tamponi in piazza Martini, il sindaco di Venarotta spiega che è utile per «chiedere informazioni di carattere generale ed indicazioni su come comportarsi, segnalare problematiche, segnalare nuovi casi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X