Quantcast
facebook rss

«Una bella opportunità per il Piceno»:
decolla in Regione
la commissione “governo del territorio”

INSEDIATA oggi quella presieduta dall'ascolano Andrea Antonini (Lega): «Sono convinto che porteremo a casa tanti risultati». In agenda la Statale Salaria, l'autostrada A14, la Ferrovia dei due mari, la Pedemontana, il porto di San Benedetto, il post sisma col problema delle macerie
...

La riunione della Commissione

Si è insediata oggi, giovedì 19 novembre, con la prima riunione presso la sede del Consiglio Regionale delle Marche, la Commissione consiliare permanente “Governo del territorio, ambiente e paesaggio”. A presiederla l’ascolano Andrea Antonini, consigliere della Lega.

La Commissione si occuperà di programmazione e pianificazione territoriale, urbanistica, politiche abitative, edilizia residenziale e scolastica, ma anche lavori pubblici, infrastrutture, viabilità e trasporti, porti e aeroporti, demanio e patrimonio, ambiente e paesaggio, risorse idriche e sistemazione idrogeologica, inquinamento, gestione e smaltimento dei rifiuti.

Andrea Antonini

«Considerate le materie, ci sarà tanto lavoro da fare per dare risposte immediate e concrete al nostro splendido territorio – dice Antonini – abbiamo cominciato col piede giusto, sarà mio compito quello di mantenere un ritmo serrato dei lavori e sono convinto che porteremo a casa tanti risultati».

Antonini ha già affrontato alcuni tra i più importanti temi del Piceno, ribadendo il massimo impegno per le zone terremotate e poi si è reso promotore della risoluzione per la revoca dell’ospedale unico di Pagliare, poi approvata dal Consiglio regionale.

«Ci occuperemo di tante problematiche annose che devono essere affrontate e risolte quanto prima. Tra le infrastrutture – spiega – penso alla Statale Salaria, al potenziamento dell’autostrada A14, alla “Ferrovia dei due mari”, alla Pedemontana e al porto di San Benedetto. Riguardo ai lavori pubblici e alla riqualificazione urbana, attenzione puntata sulla grande emergenza della ricostruzione post sisma 2016 partendo dalla immediata risoluzione del grave problema delle macerie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X