Quantcast
facebook rss

“Campagna Amica”
compie un anno:
i contadini ringraziano
gli ascolani, ecco i loro volti

ASCOLI - Clienti triplicati o oltre 1.000 consegne a domicilio durante il lockdown. Una festa a suon di sconti e Armando Marconi (presidente Coldiretti Ascoli e Fermo): «Una festa a suon di sconti e offerte speciali». «Il progetto ha fatto da apripista per un Mercato Coperto per ogni provincia»
...

Una consegna a domicilio ad Ascoli, durante il lockdown

Un anno fa nasceva ad Ascoli il Mercato di Campagna Amica. Domani, martedì 24 novembre, i protagonisti di questa avventura non potranno fare festa per via delle misure anti Covid.

Ma fare il bilancio, si può. Da parte di Coldiretti Ascoli e Fermo e dei contadini che hanno aderito all’iniziativa, registrando oltre 1.000 consegne a domicilio solo durante il lockdown e triplicando i clienti.

«Un grande grazie dei contadini a colpi di sconti e offerte speciali. Non è propriamente agevole spegnere questa prima candelina con le mascherine al viso.

A parte gli scherzi volevamo evidenziare questo traguardo insieme a tutti i clienti – spiega Armando Marconi, presidente di Coldiretti Ascoli e Fermoil bilancio di questo primo anno è estremamente positivo perché siamo riusciti a far passare il messaggio di qualità dell’agroalimentare del territorio, di fiducia reciproca tra contadini, allevatori e consumatori, di tutela dell’ambiente e della salute».

«Tutte le offerte – aggiunge Marconi – sono state lanciate sulla pagina Facebook del Mercato che, in questo primo anno di vita, ha raggiunto traguardi davvero brillanti. Nel tempo sono triplicati gli avventori e quando ce ne è stato bisogno, nei mesi del lockdown, l’agrimercato di Campagna Amica si è trasformato nel quartier generale delle consegne a domicilio, in aiuto a quanti non potevano o preferivano non uscire di casa. In quei mesi difficili sono state effettuate, grazie al personale di Coldiretti Ascoli Fermo, almeno 1000 consegne nella sola città di Ascoli. Più tutte le altre in provincia a cura degli stessi agricoltori».

Si stima una media, in tutta la regione, di 55 consegne ad azienda, incrementate fino a 65 di media nel mese di aprile in concomitanza con la Pasqua.

«Nei mesi più bui – è sempre Marconi che parla – i produttori hanno garantito l’approvvigionamento del cibo, rasserenando i consumatori e aiutato famiglie in difficoltà anche attraverso iniziative benefiche come la “Spesa sospesa” o le consegne di fieno per gli animali del circo.

Coldiretti ha così rimarcato ancora una volta il suo ruolo sociale e di forza amica del Paese. Quello di Ascoli ha fatto da apripista al progetto più generale di Coldiretti di avere un Mercato Coperto per ogni provincia, tanto che presto avvieremo il restyling del mercato di Fermo».

FOTOGALLERY

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X