facebook rss

La richiesta di Serafino
al Comune:
«Diritto di superficie
per 90 anni sul “Riviera”»

SERIE C - Il massimo dirigente della Samb: «L’obiettivo è quello di fare diventare lo stadio di proprietà della società a prescindere dal presidente. L’impianto deve produrre reddito come altre attività imprenditoriali». Ancora in dubbio lo svolgimento della gara con il Legnago a causa della positività di 16 persone tra calciatori e membri dello staff veneto

di Benedetto Marinangeli

«Abbiamo presentato al Comune una manifestazione di interesse per esercitare il diritto di superficie sul “Riviera delle Palme” per 90 anni».

Il presidente Serafino

L’annuncio è stato dato dal presidente della Samb Domenico Serafino nel corso della trasmissione Cuore di Calcio in onda su Vera Tv. Un’ altro importante passo in avanti sul potenziamento del club rossoblù da parte del patron.

Dopo avere sistemato a spese proprie il terreno di gioco del “Riviera” e realizzato il “Samba Village” a Stella di Monsampolo ecco l’ennesima iniziativa di Serafino.

«L’obiettivo – spiega – è quello di fare diventare lo stadio di proprietà della Samb a prescindere dal presidente che ci sarà. L’impianto deve produrre reddito come altre attività imprenditoriali. La Samb non deve dipendere dall’investitore di turno ma ha bisogno di una struttura  che produca reddito al di la del calcio. Lo hanno fatto la Juventus, l’Udinese e credo che una cosa del genere si possa realizzare anche a San Benedetto. Il mio è un progetto a lungo termine è la possibilità di utilizzare lo stadio nel suo complesso oltre al calcio è un aspetto molto importante».

La Tribuna Centrale del “Riviera” (foto Sambenedettese Calcio)

Serafino ha anche analizzato l’attuale momento della Samb, dopo il deludente pareggio con il Ravenna. «Tutti -dice- abbiamo visto che non abbiamo giocato bene. Può capitare in un percorso di crescita e di assestamento. Certo eravamo in vantaggio ed ho creduto di riuscire a portare a casa i tre punti. Questa è una Samb nuova e manca ancora il giusto affiatamento e la dovuta compattezza, rispetto alle avversarie che hanno mantenuto l’ossatura della passata stagione».

«Bisogna dare tempo a mister Zironelli perché questa è una squadra con valori importanti -continua- sono convinto  di poter raggiungere risultati importanti. Come presidente, nonostante questo inizio non certo esaltante è quello di essere sempre fiducioso e di trasmettere positività a tutta la squadra ed all’ambiente rossoblù. Io non sarei così pessimista anche perché abbiamo una rosa più ampia rispetto al passato».

Su eventuali nuovi arrivi nel mercato di gennaio Serafino non si tira indietro. «Mister Zironelli sta valutando bene tutto, fino a gennaio la rosa della squadra è questa -afferma- . Ora il nostro obiettivo sarà quello di fare più punti possibili e se poi l’allenatore farà delle richieste allora vedremo come intervenire  con dei rinforzi. Siamo all’ inizio di un ciclo –conclude il patron rossoblù- con tutti giocatori nuovi. C’è bisogno di tempo e di minori pressioni».

SAMB-LEGNAGO – Bisognerà attendere l’esito dei tamponi di oggi sui calciatori del club veneto per sapere se il match in programma domenica prossima al “Riviera delle Palme” alle 15 si giocherà o meno. Ad oggi sono sedici (tredici calciatori tra cui un portiere e tre membri dello staff) i positivi in casa Legnago.

LA SQUADRA – Ripresa degli allenamenti questo pomeriggio al Samba Village: attivazione, esercitazioni tecnico/tattiche e partita finale per i ragazzi di mister Zironelli. Tutti a disposizione a eccezione di Bacio Terracino che ha svolto lavoro a parte per un fastidio muscolare al retto femorale sinistro. Domani doppia seduta.

L’ARBITRO – Gino Garofalo di Torre del Greco (Dell’ Orco-Votta, quarto uomo Rutella di Enna) è il fischietto designato a dirigere Samb-Legnago.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X