facebook rss

Mezzo milione per rifare il look
al Parco dell’Annunziata e Fortezza Pia

ASCOLI - L'intervento sarà suddiviso in tre stralci e prevede anche la realizzazione di un nuovo percorso ciclo pedonale dalla chiesa dell'Annunziata fino alla Fortezza

di Renato Pierantozzi

La giunta comunale di Ascoli spinge sull’acceleratore per rifare il look al Parco dell’Annunziata e alla Fortezza Pia.

L’esecutivo guidato dal sindaco Marco Fioravanti ha approvato il progetto definitivo da 520.000 euro per ridare finalmente vita al “giardino” della città per troppo tempo abbandonato al suo destino nonostante la vicinanza al centro storico.

L’ingresso della Fortezza Pia

L’intervento, finanziato con gli avanzi di un mutuo risalente al 2015 e fondi Iti, si pone tre obiettivi fondamentali: riqualificazione del verde e messa in sicurezza degli alberi pericolosi; illuminazione artistica della Fortezza ed infine accessibilità dell’area della Fortezza stessa e collegamento con la città.

Sono previsti tre step anche se non è in programma un restauro diretto sulla struttura interna della Fortezza.

Si parte proprio con la sistemazione del verde, sotto la supervisione dell’agronomo Agostino Agostini, per una spesa di 55mila euro.

La cosiddetta “Porta Summa”

Il secondo stralcio (298.642 euro) riguarderà invece l’illuminazione artistica, la pavimentazione stradale e delle vie di accesso dalla provinciale di Rosara, mentre per le strade interne al Forte sarà utilizzata della ghiaia lavata.

In arrivo anche balaustre e recinzione per i tratti più pericolosi.

Infine il terzo intervento (da 166.358 euro) prevede la realizzazione di una rampa continua (pedonale e ciclabile) dalla chiesa dell’Annunziata fino alla Fortezza lungo il tratto che incontra incontrando anche la cosiddetta “Torre del Cucco“.

Il percorso sarà illuminato e sistemato visto che è stato danneggiato da un recente intervento della Ciip spa come emerge dalla relazione tecnica del progettista comunale Paolo Leccesi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X