facebook rss

Confermato: Samb-Legnago
si giocherà regolarmente

SERIE C - I tamponi effettuati dal club veneto hanno confermato gli esiti di martedì: domenica c'è il numero necessario di giocatori per scendere in campo. Zironelli continua a fare a meno di Bacio Terracino. Unico precedente nei playoff di Serie D 2011-2012: vinse il Legnago ai rigori

di Benedetto Marinangeli

Si giocherà regolarmente Samb-Legnago. Dopo due settimane di stop forzato a causa delle positività di diversi calciatori veneti, l’ultimo giro di tamponi  in casa biancoceleste ha dato il via libera alla disputa dell’ incontro (fischio d’inizio ore 15). I rossoblù di Mauro Zironelli sono chiamati a conquistare i tre punti. La deludente prestazione di Ravenna ed il conseguente pareggio è stato archiviato ed in settimana il tecnico rossoblù ha lavorato molto sul piano della proposizione del gioco cosa che è mancata in terra romagnola. Dovrà però ancora fare a meno di Antonio Bacio Terracino mentre a pieno regime ci saranno Maxi Lopez e Ruben Botta.

Mister Zironelli (foto Sambenedettese Calcio)

Non bisogna dimenticare, poi, che mercoledì prossimo 2 dicembre, la Samb giocherà il recupero ad Arezzo e che quindi Zironelli dovrà valutare bene le condizioni fisiche di tutti i rossoblù a sua disposizione. Sarebbe, infatti, molto importante conquistare sei punti in queste prossime due partite per rilanciarsi in classifica verso posizioni migliori nella griglia playoff.

Domani mattina classica seduta di rifinitura in cui Zironelli proverà gli ultimi schemi da adottare contro il Legnago. In casa veneta c’è l’ex Francesco Grandolfo che nella passata stagione ha vestito la maglia rossoblù realizzando il gol del pareggio al “Menti” di Vicenza contro l’Arzignano.

Bacio Terracino (foto Sambenedettese Calcio)

I PRECEDENTI – Samb-Legnago è scontro inedito in gare di campionato ma c’è un precedente, intenso, caldo e memorabile nonostante l’esito avverso ai colori rossoblu. Si gioca per l’accesso alle semifinali nazionali dei playoff di Serie D che determineranno la squadra da ripescare e promuovere in un torneo professionistico, Lega Pro-Seconda Divisione. Alla fine passerà il Legnago dopo i calci di rigore. Veneti in vantaggio al secondo minuto con Correzzola. La formazione di Ottavio Palladini ha diverse occasioni nel primo tempo per pareggiare.

Nella ripresa, invece, sale in cattedra l’arbitro Serra di Torino che espelle tre rossoblù (Nicolosi, Cuccù, Puglia) e un veneto (Valente) che tre anni fa ha vestito la maglia rossoblù. La Samb, in 8 contro 10, riesce a pareggiare al 90° grazie ad una punizione dal limite di Giorgio Di Vicino. Divennero quindi determinanti per la qualificazione i calci di rigore. Il Legnago ne sbaglia uno, mentre gli errori di Voinea e Napolano consegnarono la qualificazione al club veneto.

L’ARBITRO – Gino Garofalo di Torre del Greco ha già diretto la Samb in due occasione. La prima nella trasferta di Jesi del 22 novembre 2015 in Serie D con l’undici di Palladini che si impose per 2-0 con reti di Sabatino e Pezzotti. E poi il 14 aprile 2019 in serie C quando al Riviera arrivò l’Albinoleffe. La gara finì 3-0 per i rossoblù grazie alla doppietta di Francesco Stanco e al gol di Russotto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X