facebook rss

Il testamento non era taroccato,
assolta dopo la denuncia della figlia

ASCOLI - Nel corso del procedimento sono emersi anche prestiti fatti dal genitore defunto alla denunciante e mai restituiti

E’ stata assolta dal giudice Barbara Pomponi dall’accusa di aver “taroccato” il testamento del marito danneggiando così una delle figlie.

L’avvocato Mauro Gionni

Per una donna residente nella Vallata del Tronto, difesa dall’avvocato Mauro Gionni, è finito così l’odissea giudiziaria iniziata con la denuncia da parte della figlia (leggi l’articolo) scaturita a sua volta da una “guerra” familiare per l’eredità contesa.

Secondo la difesa, invece, al momento delle divisioni i beni di famiglia sarebbero stati divisi in parti uguali anche con l’altra figlia e che la stessa madre ha rinunciato alla sua parte di eredità.

Inoltre è emerso che la denunciante avrebbe ricevuto cospicui prestiti dal padre finché era rimasto in vita con tanto di quietanza  in vista della successiva restituzione.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X