facebook rss

Samb a Trieste
per restare nelle posizioni
nobili del girone

SERIE C - I rossoblù affrontano una delle formazioni più forti del raggruppamento, da pochi giorni affiata a Bepi Pillon. Zironelli: «E' una squadra che darà qualcosa in più, come accade ogni volta che c’è un cambio di allenatore. Ci vorrà la grinta vista nelle sei partite della mia gestione»

La Samb in cerca di conferme domenica 6 dicembre (ore 15) al “Rocco” di Trieste. I rossoblù salgono in terra giuliana per confermare tutto ciò che di buono ha fatto nelle ultime giornate. E soprattutto per confermarsi nei quartieri nobili del girone. La Triestina è a pari punti con Maxi Lopez e compagni ed in settimana ha sostituito in panchina Carmine Gautieri con Bepi Pillon.

Zironelli

«Ci troveremo di fronte –dice Mauro Zironelli– una squadra che darà qualcosa in più, come accade ogni volta che c’è un cambio di allenatore. È un’insidia in più, ma noi dobbiamo andare a Trieste con lo stesso agonismo che c’è stato nelle sei partite della mia gestione. Una delle armi dei nostri avversari è l’esperienza: insieme a Perugia e Padova hanno la rosa con più giocatori abituati a vincere. Rispetto alle ultime gare –aggiunge il tecnico rossoblù-  affrontiamo un avversario di altra caratura sia dal punto di vista della classifica che dell’esperienza della rosa. Vogliamo confermare le buone prestazioni viste contro Legnago e Arezzo anche se sarà dura perchè si tratta della terza partita di questa settimana. Dovrò stare attento a cercare di non affaticare qualche giocatore».

Il riferimento potrebbe essere diretto a Ruben Botta che ha giocato tutti gli ultimi 180 minuti a massima intensità. Ecco, quindi, che al Rocco, Zironelli potrebbe dargli un turno di riposo per farlo entrare in campo per spaccare la partita nella ripresa. Il tecnico rossoblù tornerà al 3-5-2 con Nocciolini a fianco di Maxi Lopez e compagni. Zironelli, però, non si sbilancia sul modo che la Samb adotterà contro la Triestina.

«Abbiamo giocato bene anche con il 3-5-2 –glissa il trainer rivierasco-ogni partita è una storia a parte. Non conta il modulo ma come interpreti la gara e la velocità d’esecuzione delle giocate. Nelle ultime due partite c’è stato un cambio di tendenza e vogliamo continuare su questa strada. Restano indisponibili Scrugli, Goicoechea e Bacio Terracino –conclude Zironelli– e valuteremo l’ultimo allenamento per capire chi sta meglio».

Rapisarda

In casa Triestina c’è Francesco Rapisarda. L’ex capitano rossoblù aveva iniziato la stagione agli ordini di Montero per poi lasciare la Samb e passare al club giuliano insieme ad Alessio Di Massimo poi trasferitosi al Catanzaro. Queste le parole di Bepi Pillon alla sua presentazione ufficiale: «Sono veramente contento e onorato di essere qua, la scelta è stata molto ponderata e voglio dimostrare di essere all’altezza di questa grande piazza. Ho visto giocare questa squadra e credo che le qualità ci siano. Ora tocca ai giocatori dare tutto e non mollare mai. A me piacciono le squadre che difendono e attaccano in undici, questo sarà il mio biglietto da visita che cercherò di infondere alla squadra».

SAMB E SOLIDARIETA’ – Anche la Samb al fianco di Dylan, un bimbo di 8 anni affetto da spettro autistico. Dylan e la sua mamma, Renata Iannaccone, hanno portato al presidente rossoblù, Domenico Serafino, una t-shirt con i disegni realizzati dal bambino durante il lockdown. “I ricavati aiutano sua mamma – scrive la Samb in una nota – a sostenere le spese delle terapie, che sono tante e, alcune, costose come la camera iperbarica di Firenze. Inoltre, un giorno Dylan saprà che, anche con una disabilità, ci si può realizzare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X