facebook rss

Pagelle Ascoli:
super Leali evita una goleada,
per il resto solo buio
(Le foto della disfatta)

SERIE B - Il portiere migliore in campo con interventi decisivi sia sullo 0-0 che quando si oppone più volte al tris del Pescara. Gerbo e Pierini due esterni fantasma, Spendlhofer quasi sempre saltato, Saric due passi indietro 

Leali sembra dire ai compagni: “Che posso fare più di questo?”

di Andrea Ferretti

Leali 7,5 – Entra subito in partita con due parate nei primi minuti. Nella ripresa salva ancora il risultato in più circostanze respingendo alcune conclusioni ravvicinate ed evitando un passivo nettamente peggiore.

Pucino 5 – Anticipato da Nzita, commette il fallo che permette al Pescara di portarsi in vantaggio su rigore. Per il resto, poco attivo in fase di spinta.

Spendlhofer

Spendlhofer 5 – Sul raddoppio pescarese temporeggia troppo lasciando avanzare Galano indisturbato che poi realizza l’assist per Ceter. Spesso superato dagli avversari. La peggior prova da quando veste bianconero.

Avlonitis 5,5 – Fatica a contenere Ceter che è un cliente per niente facile, ma non solo lui. Si aiuta con qualche fallo tattico, ma non basta.

Sini 6 – Esordio per l’ex difensore della Ternana schierato terzino sinistro. Cerca di proporsi e nel primo tempo va anche al tiro.

Gerbo 4,5 – Anche Rossi, come Bertotto, lo schiera all’ala destra. Che non è il suo ruolo ora se ne sono accorti proprio tutti. Forse anche il nuovo allenatore.

Saric 5,5 – Meno lucido e preciso del solito. Commette diversi errori, anche elementari. Combatte in mezzo al campo ed è uno degli ultimi a mollare.

Cavion 5,5 – Corre per oltre 90 minuti dimostrando il solito impegno, ma è ancora decisamente lontano dai livelli dello scorso campionato.

Pierini

Pierini 4 – Non entra mai in partita. Unico sussulto, si fa per dire, un tiro da fuori area nel primo tempo che esce sul fondo senza impensierire nessuno. Non ci siamo proprio.

Sabiri 4,5 – Schierato alle spalle di Bajic, resta ingabbiato nella ragnatela avversaria e si limita ad un paio di innocui tiri da fuori. E’ costretto ad uscire dopo un violento colpo alla testa: per fortuna nulla di grave.

Bajic 5,5 – Da solo deve sostenere tutto il peso dell’attacco. Fin quando è fresco lo fa anche bene, poi cala nella ripresa ed esce di scena. Sostituito nel finale.

Cangiano (dal 1’st) 5,5 – Subentra ad un impalpabile Pierini, cerca di vivacizzare la manovra a sinistra, ma non sin rende mai pericoloso.

Tupta (dal 21’st) 5,5 – Ultima mezzora anonima.

Chiricò (dal 27’st) 5,5 – Come Cangiano, ma sulla fascia sinistra. Va vicino al gol su calcio piazzato. Troppo poco.

Vellios (dal 39’st) S.V. – Nel finale al posto di Bajic, ma non se ne accorge nessuno.

L’Ascoli non reagisce nemmeno col nuovo allenatore e al “Del Duca” passa (0-2) pure il Pescara


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X