Quantcast
facebook rss

Piccoli Comuni, stanziati
210 milioni in 3 anni
per le attività di prossimità

MISURE DI SOSTEGNO - La soddisfazione del coordinatore Anci Marche Augusto Curti: «Nelle Marche gran parte della popolazione vive nei piccoli centri. La misura permette di garantire l'offerta utile soprattutto ai cittadini anziani»
...

Augusto Curti

Sono stati attivati dal Governo (il Dpmc è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale) contributi a favore delle attività economiche di prossimità, che operano nei piccoli Comuni delle aree interne del Paese. Uno strumento che, ponendosi a sostegno di un gran numero di imprese commerciali ed artigiane, attraverso una dotazione triennale di 210 milioni di euro, consentirà alle attività di svolgere servizi essenziali per il tessuto socio-economico in cui sono insediate. La ricaduta dei benefici riguarda ben 3.101 Comuni e borghi di piccole dimensioni, a livello nazionale, per un bacino d’utenza di oltre 4 milioni di abitanti.

«Nelle Marche, dove gran parte dei cittadini è residente nei piccoli Comuni, la misura trova una particolare incisività – afferma Augusto Curti, sindaco di Force e coordinatore piccoli Comuni Anci Marche -. In tali contesti le imprese beneficiare garantiscono alla popolazione la disponibilità di prodotti e prestazioni di quotidiana necessità, si tratta infatti di territori ed aree periferiche che non possono godere dell’offerta tipica dei grandi centri.
Soprattutto per i cittadini più anziani, la continuità economica assicurata dal regime di ausilio, rappresenta un’ottima notizia.
Siamo lieti che si sia data concreta attuazione agli impegni assunti a favore dei piccoli Comuni e siamo certi che, nei prossimi periodi, si potrà continuare con decisione nel percorso dettato dall’Agenda Controesodo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X