Quantcast
facebook rss

L’Ascoli a caccia dei tre punti
nel ricordo di Costantino:
al “Del Duca” arriva il Cosenza

SERIE B - Turno infrasettimanale per i bianconeri, che ospitano la formazione di Occhiuzzi nello scontro salvezza. Come da tradizione, la squadra di Delio Rossi scenderà in campo con i calzettoni rossi nel ricordo del Presidentissimo. Out Kragl e Cangiano. Confermato il 4-3-3 con Sabiri dall'inizio. Tra i calabresi l'ex Petrucci. Arbitra Robilotta, calcio d'inizio alle 21
...

di Salvatore Mastropietro

Il trittico delle partite chiave – così avevamo definito la scorsa settimana questo mini ciclo che si concluderà sabato contro il Vicenza – è giunto alla tappa Cosenza. Domani, martedì 15 dicembre alle ore 21, l’Ascoli ospiterà i calabresi per la dodicesima giornata del campionato di Serie B. Dopo il buon punto raccolto sul campo della Cremonese, i bianconeri sono chiamati a dare continuità a quanto fatto vedere sabato. Il ritorno alla vittoria, che manca ormai da quasi due mesi, resta un obiettivo prioritario.

Cavion abbraccia Bajic a Cremona: sono stati i migliori

La squadra sembra in fase di ripresa e deve sfruttare il momento, sebbene Delio Rossi rimanga ben consapevole dei limiti e delle lacune evidenziate dai suoi nelle settimane passate. Di fronte i bianconeri troveranno un avversario che ha soli 3 punti in più in classifica ed occupa al momento le posizioni playout. Gli uomini di Occhiuzzi sono, inoltre, reduci da due sconfitte casalinghe nelle ultime tre partite e arrivano alla partita con grande voglia di invertire il recente trend negativo. L’Ascoli dovrà fare attenzione al buon rendimento in trasferta del Cosenza, che lontano dal “San Vito-Marulla” ha perso solo una partita sulle cinque disputate.

QUI ASCOLI – A ridosso dell’anniversario dalla scomparsa del Presidentissimo Costantino Rozzi, i bianconeri scenderanno in campo con i calzettoni rossi come da tradizione. Delio Rossi, che ha ricordato Rozzi con belle parole nelle dichiarazioni prepartita, spera che questo elemento, che giocò a favore dell’Ascoli di Davide Dionigi la scorsa estate, possa portare bene anche i suoi. Scaramanzie a parte, domani ci sarà bisogno di una gara di attenzione e carattere da parte di tutti e saranno vietati cali di tensione in un momento così delicato.

Sini

L’Ascoli arriva alla partita con qualche acciacco di troppo. Kragl, che a Cremona ha giocato per circa mezz’ora nel secondo tempo, ha visto riacutizzarsi il problema alla schiena che lo affligge da diverse settimane e sarà costretto al forfait. Out anche Cangiano, che a Pisa e Cremona è apparso in grande spolvero dopo le più che anonime prestazioni delle prime partite. Delio Rossi costringerà nuovamente agli straordinari Simone Sini nel ruolo di terzino sinistro, ma non è escluso il coinvolgimento di Sarzi Puttini. Al posto del calciatore di proprietà del Bologna, invece, dovrebbe avere una chance dal primo minuto Abdelhamid Sabiri sulla fascia sinistra.

Per il resto, la formazione dovrebbe essere la stessa di sabato ad eccezione dell’inserimento di Pucino, candidato a riprendere una maglia da titolare come terzino destro. Le fatiche delle tante gare ravvicinate si fanno sentire, motivo per cui Delio Rossi valuterà fino all’ultimo le condizioni dai suoi. Come papabili rincalzi sono pronti in caso di necessità Avlonitis per difesa e Gerbo per il centrocampo nel caso in cui qualcuno sia costretto a tirare il fiato.

Eramo

In tutto sono 23 i calciatori convocati da Delio Rossi. Ancora assente per infortunio il lungodegente Mallé. Per la seconda volta consecutiva, inoltre, non ci sarà neanche Vellios, ormai ai margini del progetto tecnico nonostante le speranze riposte in lui da tifosi e addetti ai lavori. Questa la lista completa, con i ritorni di Eramo e del giovane Scorza: Leali, Ndiaye, Sarr, Avlonitis, Brosco, Corbo, Pucino, Sarzi Puttini, Sini, Spendlhofer, Buchel, Cavion, Donis, Eramo, Gerbo, Lico, Sabiri, Saric, Scorza, Bajic, Chiricò, Pierini, Tupta.

QUI COSENZA – Come detto, la squadra calabra arriva alla partita con grande voglia di riscattare il ko interno nell’ultima di campionato contro la Reggiana. Dopo il match di sabato il tecnico Occhiuzzi aveva espresso subito il proprio rammarico sottolineando ciò che è necessario per portare punti via dal “Del Duca”: «Contro la Reggiana abbiamo costruito tanto, ma il fatto di aver perso ci deve far scatenare tanta rabbia da portare in campo contro l’Ascoli. Dovremo anche lavorare bene per concretizzare tutto quello che creiamo».

Petrucci

La squadra cosentina ha al momento il peggior attacco del campionato, un primato che prima della tripletta di Bajic nell’ultimo turno apparteneva all’Ascoli. Mister Occhiuzzi può contare nel reparto offensivo di fantasisti di qualità come Carretta e Baez, ma manca ancora l’apporto delle punte centrali.

Nel Cosenza c’è anche un ex come Davide Petrucci, passato in rossoblù dopo aver svolto tutta la preparazione con i bianconeri ed aver anche giocato uno scampolo di partita nella prima giornata a Brescia. Nella scorsa stagione ha collezionato 30 presenze tra campionato e Coppa Italia. Ci sono possibilità che parta da titolare.

Occhiuzzi può contare su un organico al completo. Sono 25 i calciatori a sua disposizione partiti per Ascoli: Falcone, Matosevic, Saracco, Bittante, Bouah, Corsi, Idda, Ingrosso, Legittimo, Schiavi, Tiritiello, Vera, Ba, Bahlouli, Bruccini, Kone, Petrucci, Sciaudone, Baez, Carretta, Borrelli, Gliozzi, Petre, Sacko, Sueva.

Chiricò

LE PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-3-3): Leali; Pucino, Brosco, Avlonitis, Sini; Cavion, Buchel, Saric; Chiricò, Bajic, Sabiri. Allenatore: Rossi.

COSENZA (3-4-3): Falcone; Tiritiello, Idda, Legittimo; Bittante, Petrucci, Sciaudone, Vera; Carretta, Gliozzi, Baez. Allenatore: Occhiuzzi.

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina (assistenti Muto e Yoshikawa, quarto ufficiale Rapuano).

Stadio: Del Duca, ore 21.

Serie B tutta d’un fiato, si torna subito in campo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X