Quantcast
facebook rss

Anziana morta in casa:
rapina con giallo alla Vigilia

MONTECASSIANO - E' accaduto alla Vigilia di Natale a Montecassiano (Macerata). La vittima, Rosina Cassetti, aveva 78 anni. In corso gli accertamenti dei carabinieri e la perizia del medico legale dopo la versione data dai familiari
...

rapina-montecassiano2-650x488

I carabinieri davanti alla casa di via Pertini

 

Dramma nella notte della Vigilia di Natale, anziana trovata morta in casa a Montecassiano (Macerata) dopo una rapina. E’ successo poco dopo le 20 del 24 dicembre in una villetta  in via Sandro Pertini dove la donna, Rosina Cassetti, 78 anni, abitava con il marito, Enrico Orazi, la figlia Arianna e il nipote Enea.

montecassiano-corpoSul posto era intervenuto il 118 ma non è stato possibile fare niente per salvare la donna.  La 78enne è stata trovata morta al piano superiore, in cucina.

Secondo la versione fornita dai famigliari della vittima, che è al vaglio degli inquirenti, qualcuno verso le 19,30 di ieri sera è entrato e ha incrociato sulle scale dell’abitazione (che ha un piano terra, un primo piano e un secondo piano) Arianna Orazi.

Le ha legato le mani e fatta sdraiare a terra. Poi ha chiuso il padre della donna, Enrico Orazi, dentro ad un bagno.

Non è chiaro poi cosa sia accaduto dopo, se abbia ucciso Rosina Cassetti, una pensionata, mentre il marito è titolare di un auto ricambi a Macerata

Quando il nipote della donna, Enea Simonetti, è tornato a casa, ha visto la madre legata e l’ha liberata, poi ha liberato il nonno e infine hanno trovato Rosina. Distesa a terra sul pavimento della cucina. A quel punto la figlia ha chiamato i soccorsi. Ma gli operatori del 118 non hanno potuto fare niente per salvare la vita all’anziana.

Intorno alle 22,30 sono arrivati sul posto il medico legale Roberto Scendoni e il magistrato di turno, Vincenzo Carusi.

Nel corso della notte il nipote prima, poi il marito e infine la figlia sono stati portati in caserma a Macerata per essere sentiti. La figlia, che ha lasciato la villetta per ultima, non ha rilasciato dichiarazioni su quanto accaduto. La casa è stata messa sotto sequestro. I carabinieri hanno cercato tracce del passaggio di qualcuno anche in un piccolo vicolo che si trova sul retro dell’abitazione. Ci sono due grossi cani, che stanno nel cortile di fronte alla casa, ma i vicini non li hanno sentiti abbaiare.

«Si tratta di un omicidio, stiamo facendo le verifiche del caso per ricostruire quello che è accaduto. È previsto che oggi pomeriggio (25 dicembre, ndr) il medico legale Roberto Scendoni effettui un ulteriore accertamento. Il cadavere al momento si trova all’obitorio di Macerata».

Così il procuratore Giovanni Giorgio che sta seguendo le indagini sulla morte di Rosina Cassetti. «I familiari hanno parlato di una rapina e stiamo verificando tutti i dettagli» spiega il procuratore Giorgio che coordina le indagini insieme al sostituto Vincenzo Carusi.

Sul corpo della donna non c’erano segni evidenti di violenza, cosa che in un primo momento ha fatto pensare potesse essere stata stroncata da un malore. L’ipotesi che sta emergendo dalle indagini è che Rosina, che tutti chiamavano Rosy, sia stata soffocata. Ma solo l’autopsia potrà fare chiarezza su questo punto.

(Gian. Gin.)

(foto di Fabio Falcioni)

Al centro, Arianna Orazi

 

rapina-montecassiano-6-650x488

indagini-montecassiano-8-2-650x487

Il magistrato Vincenzo Carusi

indagini-montecassiano-2-650x433

Il medico legale Roberto Scendoni

 

rapina-montecassiano-3-650x488rapina-montecassiano-5-488x650

rapna-montecassiano-9-650x488

rapina-montecassiano-12-650x488


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X