Quantcast
facebook rss

Screening di massa
e kit igienizzanti:
Croce Rossa
sempre in prima linea

ASCOLI - I volontari del locale comitato della CRI impegnati alla Casa della Gioventù e al palasport di Monticelli. E il giorno della vigilia anche in Piazza del Popolo per la distribuzione del dispositivo di protezione individuale
...

Misurazione della temperatura all’ingresso del palasport di Monticelli nei giorni dello screening di massa

Screening di massa e distribuzione di kit igienizzanti. Impegno su un doppio fronte per la Croce Rossa di Ascoli che, in collaborazione con i comitati dei Sibillini, di Castignano e di San Benedetto, ha collaborato per la miglior riuscita dello screening di massa, avvenuto nella Casa della Gioventù a Pennile di Sotto e al palasport di Monticelli, ma volontari presenti anche in Piazza del Popolo dove, il giorno della vigilia, sono state distribuiti kit igienizzanti.

Nel corso della campagna screening sono stati impegnati 50 volontari, più un staff di coordinamento, per servizi che si sono svolti nell’arco di sei giorni (18-23 dicembre) per un totale di 618 ore.

Hanno partecipato volontari, Corpo Militare e infermiere volontarie. «Donne e uomini eccezionali – dice la presidente del comitato CRI di Ascoli, Cristiana Biancucci – che hanno collaborato alla riuscita della campagna con grande tenacia, con un sorriso per chiunque e nella consapevolezza di correre quotidianamente dei rischi, ma restando al servizio della città e dei cittadini».

I volontari della Croce Rossa hanno curato l’accoglienza, con una prima misurazione della temperatura per favorire gli accessi controllati e sicuri, e durante l’attesa hanno garantito il mantenimento della distanza.

Dopo lo screening, i volontari sono entrati in azione, sempre ad Ascoli, in Piazza del Popolo dove hanno distribuito kit igienizzanti proseguendo così la campagna di prevenzione e igiene iniziata a febbraio. Non solo distribuzione, ma anche promozione della buona pratica per l’igiene delle mani: un ruolo chiave nella prevenzione del rischio infettivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X