Quantcast
facebook rss

Empoli-Ascoli 1-1,
la doppia beffa:
il gol del pareggio dei toscani
e lo scivolamento all’ultimo posto

SERIE B - Continua la cura Sottil con i bianconeri di nuovo autori di una prova maiuscola fatta di corsa e cuore. Vantaggio lampo di Bajic, che a inizio ripresa si divora il bis che avrebbe cambiato la gara. Fortunoso il pareggio dei toscani. Nel finale il solito Leali evita la sconfitta
...

L’abbraccio a Bajic dopo il gol

di Andrea Ferretti

L’Empoli chiude l’anno del centenario agganciando la Salernitana in vetta. L’Ascoli, invece, torna a casa consapevole di aver fatto bene, con un punto conquistato su uno dei campi più difficili della B, ma prende anche beffardamente atto di essere scivolato all’ultimo posto a causa della vittoria dell’Entella.

La cura Sottil continua, e gli effetti si vedono anche in Toscana dove i bianconeri hanno avuto la concreta, e meritata, possibilità di tornare a casa col bottino pieno.

Formazione a sorpresa quella che presenta Sottil al “Castellani”. Contro una delle big del campionato, alla sua seconda gara sulla panchina bianconera, il tecnico bianconero lancia titolare come terzino destro Tofanari, alla sua seconda convocazione e al doppio esordio in maglia bianconera e in B. Gerbo è preferito a Cavion, e davanti la novità è Pierini dal primo minuto, al posto di Chiricò, accanto

La girata vincente del centravanti

Un minuto e mezzo e l’Ascoli è in vantaggio. Centro di Pucino, confermato a sinistra, Bajic aggancia spalle alla porta, si libera di due difensori facendo valere chili e centimetri e il suo sinistro non lascia scampo a Brignoli: 0-1 e palla al centro.

L’Empoli attacca a testa bassa chiudendo più volte la propria azione con traversoni nell’area bianconera alla ricerca del colpo di testa delle sue bocche di fuoco La Mantia, Moreo e Mancuso. Brosco e Quaranta non si fanno mai trovare impreparati. E Leali non corre quindi pericoli. L’Ascoli fa però fatica a uscire, anche perchè Sabiri stenta a entrare nel vivo della manovra

Al 29′ getta la spugna Saric per un problema al polpaccio. Il centrocampista stringe i denti, ma poco prima della mezzora è costretto ad arrendersi e a cedere il posto a Cavion.

La gara prosegue senza sussulti e, dopo un minuto di recupero, l’arbitro Camplone manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa, dopo pochi secondi, assist delizioso di Sabiri per Bajic che se ne va sul filo del fuorigioco, ma davanti a Brignoli, con la palla sul destro che non è il suo piede, si divora il bis.

Al 20′ doppio cambio; Chiricò e Eramo per Pierini e Sabiri. Eramo si piazza dietro alle punte a fare il Sabiri, e Chiricò a fare la seconda punta accanto a Bajic. Quest’ultimo accusa però i crampi e chiede il cambio. Che non arriva subito.

Arriva invece il pareggio dell’Empoli al 27′ con un colpo di testa di Moreo che, su un calcio d’angolo e con una buona dose di fortuna, spizza la palla sul primo palo con la sfera che va a spegnersi sul legno lontano e poi in rete. E’ 1-1.

La rabbia dell’Ascoli si materializza al 31′ nell’assolo di Chiricò che si porta spasso mezza difesa scaricando addosso a Brignoli che respinge.

Chiricò fa la differenza e al 40′ se ne va, stavolta a destra, e centra per Eramo che arriva scoordinato sulla palla che poteva valere i tre punti. Va bene lo stesso.

Nell’extratime finale l’Ascoli rischia due volte una ulteriore beffa: al 47′ sulla conclusione di Bajrami deviata da Quaranta che si spegne a fil di palo, al 48′ sul colpo di testa di Matos su cui Leali si conferma uno dei migliori portieri della B.

Capitan Brosco prima del via

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli, Parisi; Haas, Stulac (39’st Ricci), Zurkowski (43’st Olivieri); Moreo (39’st Matos); La Mantia, Mancuso (15’st Bajrami). A disposizione: Furlan, Cambiaso, Casale, Pirrello, Terzic, Viti, Zappella, Damiani. Allenatore: Dionisi.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Tofanari (28’st Corbo), Brosco, Quaranta, Pucino; Gerbo, Buchel, Saric (29’pt Cavion); Sabiri (20’st Chiricò); Pierini (20’st Eramo), Bajic (28’st Tupta). A disposizione: Sarr, Sarzi Puttini, Avlonitis, Donis, Lico, Cangiano, Vellios. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Camplone di Pescara (assistenti Costanzo di Orvieto e Marchi di Bologna, quarto ufficiale Marchetti di Ostia Lido).

Reti: 2’pt Bajic (A), 27’st Moreo (E).

Note: ammoniti Sabiri (A), Stulac (E), Buchel (A), Eramo (A) per gioco falloso, Chiricò (A) per simulazione di fallo. Recupero 1’+4′.

Ascoli, Sottil: «La squadra meritava la vittoria, mi aspetto un 2021 di slancio per noi»

Ascoli, Quaranta: «Continuiamo così» Gerbo: «Dobbiamo ringraziare Sottil e Polito»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X