Quantcast
facebook rss

Area di crisi del Piceno:
opportunità di lavoro
per 230.000 euro

LA REGIONE MARCHE riapre i termini per la presentazione di domande per assegnare cinquanta borse lavoro a disoccupati over 30 e sessanta borse di ricerca per laureati under 30. Risorse individuate dagli assessori Castelli e Aguzzi
...
L’assessore al Bilancio della Regione Marche, l’ascolano Guido Castelli comunica che «per il territorio dell’Area di crisi del Piceno dal 15 gennaio, in virtù delle economie registrate e delle risorse residue opportunamente individuate, verranno riaperti i termini per la presentazione di domande per assegnare 1.605 “borse lavoro” a disoccupati over 30 (di cui 50 destinate alla provincia di Ascoli) e 60 “borse di ricerca” under 30 destinati a giovani laureati».

Guido Castelli

«Si è ritenuto opportuno che l’attuale contesto socio-economico esigesse di facilitare l’accesso al mercato del lavoro attraverso una misura resasi possibile – spiega Castelli – grazie alla collaborazione con l’assessore Stefano Aguzzi nel comprendere le problematiche della nostra provincia».

 Si tratta di un impegno finanziario di circa 1,2 milioni di euro, di cui 230.000 euro per la provincia di Ascoli messi a disposizione dalla Regione per creare opportunità nel mondo del lavoro e nella piena consapevolezza del riconoscimento dell’Area di crisi complessa.

«Una concreta risposta alla luce delle drammatiche conseguenze dell’emergenza pandemia a sostegno dei disoccupati, del tessuto imprenditoriale e professionale – conclude Guido Castelli – considerato anche che le “borse lavoro” e le “borse ricerca” sono concrete opportunità di inserimento lavorativo in quanto connesse anche alla concessione di aiuti alle imprese che assumono borsisti al termine del percorso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X