Quantcast
facebook rss

“Come a casa”,
ecco il progetto
per i bambini autistici

SAN BENEDETTO - E' stato presentato in videoconferenza dalla cooperativa "Il Faro". Durerà tre anni con partner l'Amministrazione comunale
...

Si è tenuta in videoconferenza la presentazione del progetto “Come a casa”, nato a San Benedetto per venire incontro alle esigenze dei bambini con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie e contribuire al miglioramento della loro qualità della vita.

A rappresentare il Comune, partner del progetto che durerà un triennio, l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni. Promotrice del progetto la cooperativa “Il Faro”, presente con Marcello Naldini (responsabile progettazione) e Caterina Staffolani (project manager). Ma c’era anche Claudia Schiavon dell’associazione “Omphalos Autismo e Famiglie”, coordinatrice del Centro “Be-Blu” di Acquaviva Picena dove si svolgono gran parte delle attività rivolte ai bimbi con autismo.

Ha partecipato Giorgio Pellei della cooperativa sociale “Capitani Coraggiosi” e responsabile del Centro educativo “La Contea” di San Benedetto.

Il progetto, che vede come principale finanziatore l’impresa sociale “Con i Bambini” di Roma, contempla numerose attività: laboratori educativi specialistici su tematiche ben definite (selettività alimentare, capacità verbale, motricità comportamentale, relazioni sociali), supporto genitoriale, azioni di sensibilizzazione territoriale.

L’assessore Carboni: «La vita di un bambino autistico è estremamente complessa. Spesso ai problemi di comportamento, di difficile gestione, si aggiungono iperattività, problemi del sonno e di alimentazione. La famiglia inoltre è sottoposta ad uno stress notevole ed ha grande bisogno di essere supportata con buone pratiche psicologiche ed educative che le impediscano di cadere nell’isolamento sociale».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X