facebook rss

“Storie di alternanza”,
premio a tre studenti del “Fermi”

ASCOLI - Matteo Alfonsi, Luca Bachetti e Lorenzo Trasatti si sono distinti con il progetto d’eccellenza “Scuola e ricerca al servizio dell’umanità” dopo l'esperienza al Cnr Nanotec di Lecce

Traguardo importante per l’Iis “Fermi – Sacconi – Ceci”. Tre studenti della specializzazione “chimica e materiali” sono stati premiati dalla Camera di Commercio nell’ambito del concorso nazionale Storie di Alternanza.

I ragazzi davanti alla Nanotec

Il premio è un’iniziativa di Unioncamere e delle Camere di Commercio per raccontare i progetti di alternanza scuola-lavoro ideati e realizzati da studenti e tutor degli istituti scolastici di secondo grado.

La sessione del primo semestre 2020 ha visto la partecipazione di 201 scuole che hanno inviato 231 progetti, coinvolgendo circa 2.960 studenti e sostenendo la candidatura di 25 tutor aziendali come tutor d’eccellenza.

Matteo Alfonsi, Luca Bachetti e Lorenzo Trasatti si sono distinti con il progetto d’eccellenza “Scuola e ricerca al servizio dell’umanità” e relativo video, classificandosi primi in ambito locale e ricevendo un premio in denaro per i singoli studenti, oltre ad un premio destinato alla scuola per l’acquisto di materiali e attrezzature.

I tre studenti non si sono lasciati scoraggiare dall’attuale emergenza epidemiologica ed hanno continuato a lavorare nonostante le restrizioni, raccontando dell’affascinante mondo delle nanotecnologie che hanno avuto modo di conoscere durante l’esperienza di Pcto svolta presso il Cnr Nanotec di Lecce.

Nel laboratorio

Hanno affiancato i ricercatori dell’equipe multidisciplinare del rinomato ente di ricerca diretto da Maria Losurdo, sostenuti dalla tutor d’eccellenza Gabriella Zammillo.

Il Cnr Nanotec è un centro multidisciplinare per ricerca e sviluppo nel campo delle nanotecnologie, la cui missione è lo sviluppo di concetti, sistemi e applicazioni basati su fenomeni alla nano-meso-scala nel campo dell’energia, fotonica, ambiente, aerospazio, beni culturali e salute.

Gli studenti del “Fermi-Sacconi-Ceci” sono stati impegnati nel laboratorio di fisica, alla realizzazione di un programma numerico per generazione di numeri random per mezzo di una mappa caotica e in due laboratori di nanobiotec, alla progettazione e caratterizzazione di supporti tridimensionali (scaffold) per la medicina rigenerativa e di hydrogel stimoli-responsive per applicazioni biomedicali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X