facebook rss

Calcio Primavera:
Ascoli-Sampdoria 1-3,
ripresa amara per i bianconeri

CALCIO GIOVANILE - Alla ripresa del campionato, quarta sconfitta su quattro partite per i giovani di Abascal, che pagano ancora tante ingenuità. Per i bianconeri gol di Intinacelli, rientrato dal prestito alla Fermana. Mercoledì sfida alla Juventus

di Salvatore Mastropietro

Dopo quasi tre mesi stop ha riaperto i battenti il campionato di Primavera 1 con la sfida tra Ascoli e Sampdoria. Al “Comunale” di Sant’Egidio alla Vibrata la formazione di Guillermo Abascal è tornata a confrontarsi con le “big” del calcio giovanile. Dopo le beffe subìte contro Roma e Fiorentina e la netta sconfitta rimediata sul campo dell’Inter, è arrivato il quarto disco rosso stagionale su quattro partite per i bianconeri. Ancora troppe ingenuità commesse dai giovani ascolani, che avevano assaporato un epilogo diverso grazie al gol di Intinacelli. Decisive per i blucerchiati le reti di Prelec, Montevago e Di Stefano.

Il tecnico Guillermo Abascal

CRONACA – L’inizio di partita è di marca blucerchiata. L’Ascoli si salva con un salvataggio sulla linea di Alagna al minuto 3 dopo un tentativo ravvicinato di Giordano. Sull’angolo successivo, però, Prelec svetta più un alto di tutti e colpisce di testa la sfera che, dopo aver colpito il palo, termina alle spalle di Radano. I bianconeri provano a reagire con un paio di iniziative di Intinacelli, rientrato in Primavera dopo il periodo trascorso in prestito alla Fermana, senza riuscire a concludere concretamente verso la porta avversaria. Al 28’ ci prova Olivieri con un’iniziativa personale, controllata senza problemi dall’estremo difensore ligure Avogadri. Il giovane portiere della Samp si ripete qualche minuto dopo, quando respinge in calcio d’angolo un bel tiro dal limite di Intinacelli. La formazione di Tufano torna a farsi vedere allo scadere della prima frazione con un tentativo di Francofonte deviato in corner dalla difesa ascolana.

Francesco Intinacelli

L’Ascoli riprende ad attaccare fin dalle prime battute della seconda frazione. Il solito Intinacelli ci prova con un buon sinistro dal limite, che termina di poco alto sopra la traversa. Stesso esito dall’altra parte del campo per una conclusione di Montevago, entrato al posto di Prelec. Il Picchio aumenta i giri del motore e al 57’ trova il meritato pareggio. Intinacelli, mandato in profondità dal centrocampo bianconero, arriva a tu per tu con Avogadri e lo batte con un mancino preciso e potente. La Sampdoria prova a riaffacciarsi dalle parti di Radano, ma la partita diventa sporca e la difesa bianconera riesce a contenere. Al 71’ i giovani di Abascal commettono un grave errore con Pulsoni in fase di disimpegno. Di Stefano ruba palla e si invola verso la porta servendo Montevago, che a porta quasi sguarnita non sbaglia. Tutto da rifare per l’Ascoli, che paga come al solito le proprie ingenuità. La partita si complica ulteriormente al minuto 75: Olivieri, già ammonito, interviene in modo duro in un contrasto all’altezza della linea di centrocampo. Per il direttore di gara la scivolata è passibile di un secondo cartellino giallo. Nonostante l’inferiorità numerica i giovani bianconeri continuano ad attaccare. Al 79’ Franzolini non riesce a battere a rete da pochi passi sugli sviluppi di una palla inattiva. In pieno recupero l’Ascoli ci prova con alcune palle lunghe, protestando anche per un dubbio intervento su Alagna in area di rigore. Gli spazi per la Samp sono, però, enormi ed al secondo minuto di recupero Di Stefano guida la ripartenza e chiude i conti sull’1-3.

ASCOLI (4-3-3): Radano; Pulsoni, Alagna, Luciani (27’st Ibrahimi), Gurini; Lisi, Olivieri, Franzolini; Intinacelli (35’st Suliani), Pozzessere (19’st Palazzino), Colistra (35’st Riccardi). Allenatore: Abascal.

SAMPDORIA (3-5-2): Avogadri, Aquino, Napoli, Yepes, Obert, Giordano (23’st Canovi), Ercolano, Francofonte (28’st Siatounis), Prelec (1’st Montevago), Trimboli (40’st Brentan), Marrale (23’st Di Stefano).

Reti: 4’pt Prelec (S), 12’st Intinacelli (A), 27’st Montevago (S), 47’st Di Stefano (S).

Note: 30’st espulso Olivieri per doppia ammonizione. Angoli 6-5. Ammoniti Tripoli (S), Luciani (A), Colistra (A), Di Stefano (S), Gurini (A).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X