Quantcast
facebook rss

Omicidio Lettieri,
ha confessato il 17enne
nipote di Lambru

ASCOLI - Ha ammesso spontaneamente le sue responsabilità due giorni dopo il tragico episodio, avvenuto in pieno centro storico. Il ragazzo si trova in un carcere minorile di Bologna dove è stato sottoposto al prelievo del dna su ordine della Procura dei Minori di Ancona che affianca quella di Ascoli
...

Nel riquadro, la vittima Franco Lettieri

La mano del coltello che ha colpito a morte Franco Lettieri in pieno centro ad Ascoli, lo scorso 15 gennaio, è del 17enne già in custodia come presunto colpevole, insieme con lo zio Petre Lambru, rumeno di 57 anni.

Sembra abbia confessato spontaneamente due giorni dopo il tragico episodio il giovane, che ora si trova un carcere minorile di Bologna dove ieri 25 gennaio, è stato sottoposto al prelievo del dna su ordine della Procura dei Minori di Ancona.

Lettieri, così è emerso dalle testimonianze supportate dalle prove e dai tabulati telefonico, la sera di venerdì 15 gennaio ha preso appuntamento con Lambru ed il nipote in via delle Stelle. Lì la discussione è degenerata con l’esito ormai noto.

Cinque le coltellate che hanno causato la fatale emorragia, inferte quasi tutte dal più giovane dei due indagati.

Lambru ed il 17enne sono stati inchiodati poche ore dopo il fatto dalla Procura di Ascoli alla quale si è affiancata quella anconetana competente per i minorenni.

Nessuna informazione invece da parte del ragazzo sul motivo della lite.

Continuano le indagini da parte della Procura di Ascoli per trovare ulteriori prove e capire il movente dell’omicidio.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X