Quantcast
facebook rss

La protesta degli studenti
del Piceno:
«In piazza a prenderci il futuro»

ASCOLI - Tornare a scuola ed in sicurezza è quando chiedono i ragazzi che hanno aderito alla manifestazione che ha interessato 20 piazze italiane, tra cui quella ascolana. Ecco com'è andata
...

di Stefania Mistichelli

Circa cinquanta studenti, un piccolo gruppo ma ben organizzato, ha manifestato stamattina in piazza del Popolo in nome del diritto di poter andare a scuola in sicurezza.

Sullo striscione tenuto in bella vista dai ragazzi in prima fila, tutti ben distanziati tra loro e muniti di mascherina, campeggiava la scritta “In dad senza mezzi, a scuola senza sicurezza: in piazza a prenderci il futuro”, mentre ognuno degli studenti dietro mostrava cartelli con le scritte “Spazio, docenti, trasporti, scioperiamo per studiare sicuri” e altri slogan molto chiari a sintetizzare le loro richieste.

«La didattica a distanza, che doveva essere una misura d’emergenza, sta diventando strutturalespiega Lorenzo del Liceo Scientifico “Rosetti” di San Benedetto, uno degli organizzatori della manifestazionee questo non è accettabile, sia perché non è “scuola” sia perché non tutti gli studenti usufruiscono, a casa, di connessioni potenti o device idonei.

Quello che noi chiediamo è poter tornare a scuola in sicurezza, e per far questo sono necessari un trasporto pubblico sicuro e gratuito, un reale ed efficace tracciamento nei contagi, aule più ampie e la nomina dei docenti precari in modo da evitare le classi pollaio.

Chiediamo, inoltre, un sistema di tamponi gratuiti per studenti e professori. La situazione, naturalmente, non è uguale in tutti gli istituti e in tutte le realtà cittadine, ma questa manifestazione è perché tutti possano tornare a scuola in sicurezza».

Gli studenti si sono mobilitati in più di 20 città italiane questa mattina da Roma a Torino, per una  mobilitazione che aderisce allo sciopero generale indetto da SICobas, SlaiCobas e promossa dall’Assemblea dei Lavoratori combattivi. La mobilitazione studentesca è stata promossa dal Fronte della Gioventù Comunista, con l’adesione di diversi collettivi e coordinamenti studenteschi in tutta Italia.

Covid, scuole e trasporti sicuri Mezzi adeguati per la dad: gli studenti tornano in piazza

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X