facebook rss

Ambulatori al freddo
e “funghi” in sala d’attesa
Che succede all’ex Gil?

ASCOLI - La segnalazione di un lettore dopo una mattinata "particolare" nella palazzina dove trovano posto alcuni servizi sanitari dell'Asur, tra cui vaccinazioni e consultorio: «I riscaldamenti non funzionano da più di un mese, i dipendenti costretti a portarsi le stufe da casa. Ma non è l'unico dei problemi»

La palazzina ex Gil di viale Federici

La segnalazione arriva direttamente da un lettore e riguarda la palazzina ex Gil di viale Federici, dove trovano posto diversi servizi sanitari dell’Area Vasta 5, tra cui quello relativo alle vaccinazioni, alcuni ambulatori e medicina legale, oltre al consultorio.

“Fungi” in sala d’attesa

Una situazione che movimenta, quotidianamente, oltre 100 dipendenti e altrettante persone a livello di utenza.

Ed è proprio un utente a porsi alcune domande dopo una mattinata un po’ particolare trascorsa in loco.

«Il primo problema che ho riscontrato è in entrata, dove c’è uno scivolo realizzato per anziani e disabili che però spesso d’inverno, nelle prime ore del mattino, è inutilizzabile a causa del ghiaccio -spiega-. Proprio davanti a me una persona anziana è caduta senza riuscire a salire, tanta la difficoltà».

«Però, si dirà, il ghiaccio d’inverno è un problema diffuso, anche se la lastra che si crea sul cemento dello spazio antistante la palazzina è molto pericolosa: che ci siano problemi di pendenza? -continua- Il sospetto che ci sia qualche difformità viene alimentato dalle “bolle”, ce ne sono diverse, che si vedono per terra, come se sotto il pavimento ci fosse acqua…eppure questo spazio risulta riqualificato da poco tempo».

Fioriera piena d’acqua

La segnalazione non resta però limitata allo spazio antistante, dove sempre secondo i nostri lettori «trovano posto delle fioriere piene d’acqua piovana, come se fossero senza “scolo” e quindi non a norma».

Il “meglio”, però, arriva dopo l’ingresso.

«Giunto nell’ambulatorio in cui mi dovevo recare, il dottore mi ha consigliato di non spogliarmi per via del freddo -conlude il nostro lettore-. In effetti i “funghi” nella sala d’attesa mi erano parsi strani. Poi, chiedendo in giro, mi hanno riferito che ormai da qualche anno ci sono problemi col riscaldamento e i funghi sono una presenza fissa. Da metà dicembre, addirittura, i dipendenti sono costretti a portarsi la stufa da casa per non stare al freddo visto che il riscaldamento nelle stanze e negli ambulatori non funziona».

Lu. Ca.

Lo scivolo all’ingresso

Bolle a terra

Inciviltà sempre presente

Problemi col ghiaccio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X