facebook rss

Il catamarano “scuffia”,
prova a raggiungere la riva a nuoto:
salvato dalla Guardia Costiera

L'INTERVENTO della motovedetta CP 843 di San Benedetto e della CP 727 di Porto San Giorgio per soccorrere un diportista in difficoltà. E' accaduto in mattinata sul litorale di Campofilone

L’intervento della Guardia Costiera

Imbarcazione in difficoltà, una persona si tuffa e prova a tornare a riva nuotando: lo salva la Guardia Costiera di San Benedetto. E’ accaduto nella mattinata di lunedì 8 febbraio intorno alle 11,30 quanto è partita la segnalazione di un diportista in difficoltà nelle acque antistanti il litorale del comune di Campofilone.

L’imbarcazione ha scuffiato

Immediatamente è scattato il dispositivo di soccorso coordinato dalla sala operativa rivierasca, che ha disposto l’invio della motovedetta CP 843 di San Benedetto e della motovedetta CP 727 dislocata a Porto San Giorgio.

Non appena giunti sul posto, i militari hanno individuato e recuperato il diportista in mare, il quale è risultato cosciente ed in buono stato di salute.

Il piccolo catamarano, secondo quanto riferito dalla persona soccorsa, a causa delle non favorevoli condizioni meteomarine, avrebbe scuffiato e lo stesso conduttore, non riuscendo a raddrizzare il natante, avrebbe dato vita al disperato tentativo di giungere a riva a nuoto nonostante fosse distante più di un miglio nautico.

Le due pattuglie hanno quindi prestato la necessaria assistenza per rimettere in sicurezza ed in condizioni di navigabilità l’unità a vela che, successivamente, scortata dalle unità di soccorso, ha fatto rientro presso il proprio ricovero sulla spiaggia di Campofilone, al confine tra le province di Ascoli e Fermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X