facebook rss

L’Ascoli Primavera
torna a perdere:
col Torino finisce 3-0

CALCIO GIOVANILE - I giovani bianconeri non danno continuità al primo punto del proprio campionato conquistato contro il Sassuolo. I granata chiudono la pratica già nel primo tempo e nella ripresa fissano il risultato. Per i ragazzi di Seccardini e Stallone la classifica comincia a farsi piuttosto complicata

L’Ascoli Primavera

di Salvatore Mastropietro

Il primo risultato utile del proprio campionato rimediato giovedì contro il Sassuolo aveva fatto sperare in cambio di passo per l’Ascoli Primavera. Nella trasferta odierna sul campo del Torino, però, i giovani bianconeri sono tornati a perdere in maniera piuttosto netta (3-0). Le aspettative prima del match erano altre, considerando anche che i granata occupavano la penultima posizione. Per i ragazzi allenati dal duo Seccardini-Stallone ora la classifica comincia a farsi piuttosto preoccupante. Decisive saranno le prossime sfide, a partire da quella in programma giovedì 18 febbraio contro l’Empoli.

Seccardini, allenatore della formazione Primavera

CRONACA – L’inizio del match è sostanzialmente equilibrato con leggero predominio dei padroni di casa in fase di possesso palla. Il primo tentativo bianconero è affidato ad un colpo di testa di Cudjoe, che termina sopra la traversa al 15’. Ben più fortunata è la prima vera occasione per i granata, che vanno in vantaggio al 17’ con un bel tiro di Freddi Greco sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nonostante lo svantaggio, i bianconeri non si scompongono e riprendono ad attaccare, senza tuttavia creare veri e propri pericoli. Le palle inattive sono un tallone d’Achille per i ragazzi di Seccardini e lo si vede nuovamente al 34’, quando Bolletta salva su una girata di Spina sempre sugli sviluppi di un corner. Quando attacca il Torino riesce a rendersi sempre pericoloso. Al 37’ i giovani granata riescono a siglare il 2-0: Karamoko conclude una bella azione offensiva manovrata con un mancino dal limite che lascia di sasso Bolletta e si infila non distante dall’incrocio dei pali.

Nico Stallone, vice allenatore

Nella ripresa lo spartito del match non cambia. Nonostante le forze fresche inserite da Seccardini e Stallone, il Torino trova dopo appena sei minuti anche il gol del 3-0: Cancello, entrato in campo dopo l’intervallo, batte Bolletta con una bella girata. I bianconeri provano una reazione con un tiro da fuori di Riccardi, che termina di poco a lato. Per il resto, i granata riprendono il controllo del match e gestiscono i ritmi senza affanno. Favale prova ad arrotondare ulteriormente il risultato con un paio di iniziative personali, che non sortiscono gli effetti sperati. I tentativi dell’Ascoli di riaprire la gara risultano piuttosto anonimi, così come quelli del Torino di siglare il 4-0. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Nicolini fischia la fine e decreta l’ottava sconfitta su nove gare per i bianconeri.

TORINO: Sava, Todisco, Celesia (15’st Continella), Kryeziu, Aceto, Spina, Greco, Karamoko (15’st Larotonda), Vianni (1’st Cancello), Favale (28’ Oviszach), Gymah (39’st Lovaglio). Allenatore: Cottafava.

ASCOLI (4-3-1-2): Bolletta; Pulsoni, Markovic, Alagna, Gurini (30’st D’Ainzara); Olivieri, Ceccarelli (26’ Mangini), Lisi; Intinacelli (38’st Luongo), Ibrahimi (1’st Palazzino), Cudjoe (1’st Riccardi). Allenatore: Seccardini.

Reti: 17’pt Greco (T), 37’pt Karamoko (T), 6’st Cancello (T).

Arbitro: Nicolini di Brescia.

Note: Ammoniti Celesia (T), Cudjoe (A), Spina (T). Recupero 1’+3’.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X