facebook rss

Samb, solo un pari (1-1)
a Mantova nonostante
la doppia superiorità numerica

SERIE C - In vantaggio con Botta, i rossoblù si fanno riprendere in superiorità numerica con un un rigore di Ganz. Nella ripresa lombardi addirittura in nove, ma la squadra di Montero tira solo una volta in porta con Botta nel recupero

Ruben Botta a Mantova (foto Sambenedettese Calcio)

di Benedetto Marinangeli

Non va oltre l’1-1 la Samb a Mantova. Nonostante la doppia superiorità numerica per le espulsioni nel primo tempo di Guccione e nella ripresa di Silvestro, Biondi e compagni non riescono a conquistare l’intera posta in palio. Ma soprattutto non si rendono mai pericolosi dalle parti di Tozzo che deve intervenire solo una volta al 93’ su una conclusione di Botta. Passati in vantaggio su una fantastica punizione del fantasista argentino, i rossoblù pagano l’ennesimo indecisione difensiva, giunta con l’uomo in più, per il fallo di Lombardo su Ganz che ha determinato il rigore del pari virgiliano.

Rossi (foto Sambenedettese Calcio)

Montero cambia modulo tattico passando al 4-4-2 . Il tecnico uruguagio al suo ritorno in panchina deve fare a meno degli squalificati Angiulli,. D’Ambrosio, Cristini e D’Angelo, senza contare Maxi Lopez e gli infortunati cronici Shaka Mawuli e Lavilla. La Samb, quindi abbandona la difesa a tre di Zironelliana memoria, con Lombardo che si piazza sulla corsia destra difensiva a fianco di Biondi, Di Pasquale ed Enrici. In mediana ecco Fazzi, De Ciancio, il neo acquisto Rossi e Trillò con Botta a ridosso di Lescano.

Ma se Atene piange, Sparta, cioè il Mantova non ride. I virgiliani devono fare a meno di Milillo, Zanandrea, Panizzi e Saveljevs e sono reduci da tre sconfitte consecutive, nelle ultime due gare con Padova e Perugia hanno incassato dieci reti evidenziando problemi nel reparto arretrato. Troise conferma il 4-3-1-2 con Guccione che scala a centrocampo e Di Molfetta alle spalle del tandem Ganz-Cheddira.

Presa aerea del portiere del Mantova Tozzo (foto Sambenedettese Calcio)

Dopo una lunga fase di studio è il Mantova a rendersi pericoloso al 22’. Guccione innesca Cheddira che si presenta solo davanti a Nobile ma pressato da Biondi spara sul fondo. Quattro minuti dopo la Samb passa in vantaggio con una magia di Ruben Botta da calcio piazzato. Dai venticinque metri il fantasista rossoblù lascia partire un sinistro che non dà scampo a Tozzo. Alla mezzora il Mantova resta in dieci per il doppio giallo rifilato a Guccione ammonito per gioco scorretto in entrambe le occasioni. La Samb in superiorità numerica arretra il baricentro dando spazio al Mantova.

Al 36’ Cheddira con un tiro cross colpisce la parte alta della traversa ma il pallone nella sua parabola aveva già oltrepassato la linea che delimita il terreno di gioco. Due minuti dopo il Mantova perviene al pareggio. Ganz viene strattonato in area da Lombardo che, probabilmente, tocca anche il pallone con un braccio e per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto l’ex Ascoli non sbaglia. La Samb riprende in mano il pallino del gioco ma senza creare pericoli. Al 44’ un tiro cross di Lombardo viene bloccato a terra da Tozzo.

Nella ripresa è l’arbitro Fiero di Pistoia ad ergersi protagonista distribuendo cartellini come se piovesse. E ne fa le spese Silvestro espulso al 19’ per proteste. Un rosso diretto che lascia il Mantova in nove. La Samb potrebbe e dovrebbe approfittarne, ma gioca al piccolo trotto, permettendo al Mantova di arroccarsi nella propria trequarti. Al 23’ un tiro cross del redivivo Scrugli non viene intercettato da Padovan, con Lescano che poi commette fallo su un difensore di casa.

Montero prima della partita a Mantova (foto Sambenedettese Calcio)

La formazione rossoblù si affida esclusivamente all’estro di Botta su cui il Mantova fa un un’ottima guardia impedendogli di servire adeguatamente i compagni. Ed allora ci prova al 48’ st  con una conclusione dalla distanza su cui Tozzo è bravo a deviare in angolo. Troppo poco, veramente troppo poco per vincere la partita.

MANTOVA (4-3-1-2): Tozzo 6,5; Pinton 6 (32’ st Panizzi sv), Baniya 6, Checchi 6, Bianchi 6; Guccione 5, Zibert 6 (23’ st Militari 6), Gerbaudo 6 (32’st Lucas sv), Di Molfetta 5 (32’ st Mazza sv); Ganz 6,5 (16’ st Silvestro 5), Cheddira 6. A disposizione: Tosi, Zappa, Zigoni, Palmiero, Sane, Fontana. Allenatore: Troise 6,5.

SAMB (4-4-2): Nobile 6; Lombardo 5 (15’ st Padovan 6) Biondi 6, Di Pasquale 5,5, Enrici 6; Fazzi 6 (22’ st Scrugli 6) De Ciancio 5,5, Rossi 6 Trillò 6 (33’ st Liporace sv); Botta 7 Lescano 5. A disposizione: Laborda, Fusco, Chacon, Serafino, Mehmetaj, Goicoechea. Allenatore: Montero 6.

Arbitro: Fiero di Pistoia 5 (assistenti Testi e Lencioni).

Reti: 27′ pt Botta (S), 40′ pt Ganz su rigore (M).

Note: espulsi Guccione (M) 31′pt per doppia ammonizione e Silvestro (M) 20’st per proteste. Ammoniti: Lombardo (S), Di Pasquale (S), Rossi (S), Fazzi (S), De Ciancio (S), Biondi (S). Angoli 6-2 per la Samb. Recupero 2’+5′.

Serie C: Samb sorpassata scivola al 7° posto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X