Quantcast
facebook rss

Giornata nazionale del Braille:
il linguaggio che ha cambiato
la vita a milioni di ipovedenti

LA RICORRENZA è il 21 febbraio. Anche ad Ascoli incontri e momenti divulgativi promossi dall'Uici Marche 
...

Visita per il controlli occhi all’Officina dei Sensi (foto d’archivio)

Domani 21 febbraio è la 14esima giornata nazionale del Braille. Sono numerosi gli incontri nelle scuole, i momenti divulgativi e gli eventi organizzati dalle sezioni territoriali dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) delle Marche, in collaborazione con il Museo Tattile Omero.

«E’ una ricorrenza molto importante perché celebra il linguaggio che ha cambiato la vita a milioni di persone», spiega Il presidente Uici Marche, Cristiano Vittori.

«L’adozione di questo linguaggio – aggiunge – è la nostra chiave d’accesso alla cultura, leva indispensabile per una piena integrazione.

Il Braille è lo strumento che ci consente di leggere, di studiare, di lavorare e di accedere all’immenso patrimonio culturale scritto, a disposizione di tutti gli altri cittadini. Soprattutto, è uno dei mezzi più importanti attraverso il quale i nostri ragazzi riescono a costruire il proprio futuro».

Ecco tutti gli appuntamenti organizzati dalle sedi territoriali.

Ascoli Piceno – Fiabe sensoriali lette a bambini bendati, tavolette personalizzate e punteruoli per ‘imparare i puntini’ attraverso l’esperienza diretta e poi il racconto della storia di Louis Braille sotto forma di fiaba.

L’Uici di Ascoli e Fermo promuove una giornata all’insegna della conoscenza e dell’integrazione nella scuola d’infanzia della vicina Villa Lempa (Te), dedicata ai bambini di 5 anni, compagni di una piccola alunna non vedente. La giornata ha lo scopo di avvicinare i giovanissimi studenti alla scoperta dei sensi che aiutano la loro amica ad approcciarsi con il mondo esterno.

L’appuntamento è per lunedì 22 febbraio.

Saranno presenti la presidente Uici di Ascoli e Fermo, Gigliola Chiappini, la coordinatrice del servizio di riabilitazione del Centro Officina dei Sensi, Chiara Mastantuono, e le volontarie del servizio civile, Sara Amanini e Giulia Schiavi.

Ancona – L’Uici di Ancona e il Museo Omero organizzano per domenica 21 febbraio un viaggio online alla scoperta di Louis Braille, dalle origini ai giorni nostri, per scoprire quello che è possibile fare con la percezione tattile, dall’arte alla musica, fino alla tecnologia. L’appuntamento è su Zoom dalle 10.30 alle 12.00 e vedrà la partecipazione del presidente Uici di Ancona, Andrea Cionna, di Aldo Grassini, presidente del Museo Omero, e intermezzi musicali a cura di Sauro Cesaretti e Marco Rossini. Non occorre prenotare.

Per collegarsi: http://www.uican.it/zoom oppure http://www.uican.it/live

Macerata – La presidente dell’Uici territoriale, Bruna Giampieri, incontrerà una troupe di Tele Macerata per un servizio speciale dedicato alla Giornata del Braille. Durante la registrazione dell’intervista saranno presenti anche due bambine non vedenti che leggeranno la storia di Louis Braille da un testo scritto col suo codice. L’intervento è stato trasmesso all’interno del Tg di venerdì 19 febbraio.

Pesaro e Urbino – La presidente dell’Uici territoriale, Maria Mencarini, prenderà parte a una trasmissione radiofonica su Radio Incontro. Partendo dal Braille e dalla Giornata nazionale, saranno toccati i temi più importanti su cui l’Unione ciechi e ipovedenti si batte da sempre. Non ultimi, l’integrazione e l’accesso alla cultura.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X