Quantcast
facebook rss

“Le rue della seta”,
c’erano una volta
gli stabilimenti bacologici

ASCOLI - Nel documentario diretto da Alberto De Angelis la storia della produzione del seme-bachi tra fine Ottocento e inizi Novecento. Un prodotto legato ad una gloriosa stagione per lo sviluppo economico della città
...

Le rue della seta è un documentario in via di realizzazione che nasce da un format ideato da Giuliano e Alberto De Angelis per far scoprire la storia della produzione della seta ad Ascoli, tra antichi stabilimenti bacologici e luoghi di produzione, vie e angoli nascosti, personaggi e testimonianze vive del passato. È una coproduzione Art For Job Production – Hundred Dreams Production, per la regia di Alberto De Angelis, e sarà diffusa online sulla web tv culturale Piceni.tv.

Una pubblicità dello stabilimento bacologico Sacconi-Natali 

Non è un documentario classico ma una vera e propria esperienza audiovisiva, un racconto che rievoca la storia della produzione del seme-bachi tra fine Ottocento e inizi Novecento, un prodotto legato ad una gloriosa stagione per lo sviluppo economico della città.

Su questo tema sono già stati realizzati incontri e giornate di studi, dove si è manifestato elevato interesse per l’argomento, presupposto incoraggiante per la domanda turistica nei confronti di tour alla scoperta di un aspetto così particolare e nascosto del territorio.

Dal punto di vista dei contenuti e dei temi trattati, il documentario è già esso stesso un tour tra gli antichi stabilimenti bacologici della città.

Il progetto Marche Movie Tour – di cui la realizzazione de “Le rue della seta” è una parte fondamentale – intreccia e sviluppa tour tematici e merchandising culturale, con l’obiettivo di favorire l’incoming legato al turismo movie induced nel territorio marchigiano, valorizzare le Marche come “location a cielo aperto” e far scoprire un territorio culturalmente dinamico e contemporaneo.

Il progetto, ideato e coordinato da Piceni Art For Job, in stretta collaborazione con i tour operator Expirit e Italy Movie Walks, si inserisce nel cluster turistico Marche Cinema, a cura di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura: un universo di esperienze, itinerari e narrazioni per vivere da protagonisti le storie dei film ambientati nelle Marche.

Sono tre le produzioni cinematografiche marchigiane al centro del progetto, tre nuove occasioni di turismo esperienziale per scoprire e vivere in modo originale le attrattive delle Marche, aggiungendo alla bellezza delle eccellenze naturali e culturali il fascino della narrazione filmica.

Le altre due produzioni protagoniste del progetto, con le “Le rue della seta”, sono: la serie web “Non voglio mica la luna” (scritta da Alberto De Angelis e Matteo Petrucci, regia di Andrea Giancarli; online su www.nonvogliomicalaluna.it) e il documentario in corso di realizzazione “O. Licini – Un angelo in bilico” (di Elia Bei e Mattia Biancucci, produzione Art For Job – Humareels, voce narrante Neri Marcorè, musiche Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura, Alfredo Laviano).

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X