facebook rss

Ascoli Primavera,
Alagna non basta:
col Milan un altro ko (2-1

CALCIO GIOVANILE - Undicesima sconfitta su dodici partite per i giovani bianconeri. I ragazzi di Seccardini e Stallone tengono testa ai rossoneri, ma devono cedere alla doppietta di El Hilali. Terzo centro in campionato per il centrale classe 2002, tra i pochi in grado di spiccare per temperamento e fisicità

di Salvatore Mastropietro

Stenta a decollare l’esperienza dell’Ascoli nel campionato di Primavera 1. Sul campo del Milan, neopromosso come i bianconeri ma ben più attrezzato per ovvie ragioni, la formazione allenata dal duo Seccardini-Stallone ha raccolto l’undicesima sconfitta del proprio torneo su dodici partite totali disputate. Contro i rossoneri i giovani del Picchio hanno sfornato una prestazione positiva per molti aspetti, ma qualche ingenuità di troppo ha nuovamente condizionato il risultato finale (2-1 con rete bianconera del capitano Alagna).

Mister Seccardini e Manuel Alagna

CRONACA – Il Milan entra in campo con un buon piglio ed aggredisce subito la partita. Dopo appena sei minuti un intervento scorretto di Pulsoni su Nasti causa un calcio di rigore, abilmente trasformato con una conclusione centrale da parte di El Hilali. L’Ascoli prova a reagire senza trovare però gli spazi necessari per rendersi pericolo. I rossoneri gestiscono con ordine ed attaccano, invece, con tutt’altra efficacia. Al minuto 21 la squadra allenata dall’ex Perugia e Maceratese Federico Giunti riesce a trovare il gol del raddoppio. Il solito El Hilali raccoglie dal limite dell’area e fa partire un conclusione che trafigge Bolletta per la seconda volta. Il Milan avrebbe anche un paio di chance per il terzo gol, ma il Picchio non molla e riesce ad accorciare le distanze al 35′. D’Agostino si incunea in area di rigore e viene steso in modo irregolare. Dal dischetto il capitano Alagna calcia alla perfezione trovando il terzo gol del proprio campionato.

I giovani bianconeri

La gara resta piuttosto vivace anche nella ripresa. L’Ascoli prova ad affidarsi alla velocità dei propri attaccanti, ma Intinacelli e D’Agostino non riescono a trovare il guizzo giusto. Al 57′ sui piedi di Oliveri capita la palla del possibile 2-2, ma il centrocampista classe 2002 non riesce a trovare la porta da buona posizione dopo una bella combinazione con i compagni d’attacco. I ragazzi di Seccardini alzano il baricentro, esponendosi al pericolo ripartenze in un paio di circostanze. Per fortuna dei bianconeri, né Olzer né Frigerio ne approfittano per chiudere i conti. L’ingresso di Cudjoe vivacizza l’attacco ascolano ed è proprio l’esterno alto – ex di turno – a propiziare l’occasione per l’espulsione del rossonero Bright, punito dal direttore di gara con la doppia ammonizione. Nel finale, nonostante le forze fresche inserite, l’Ascoli Primavera non riesce a sfondare il muro difensivo eretto dai lombardi. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Ferrieri Caputi fischia la fine: Milan-Ascoli 2-1.

MILAN: Moleri, Tahar (1’st Fili), Michelis, Obaretin, Bright, Brambilla, Frigerio, Kerkez (17’st Oddi), Tonin (33’st Di Gesù), Nasti (17’st Olzer), El Hilali. Allenatore: Giunti.

ASCOLI (4-3-1-2): Bolletta; Pulsoni (26’st Marucci), Markovic, Alagna Gurini; Ceccarelli (33’st Re), Colistra, Lisi; Olivieri; D’Agostino, Intinacelli (33’st Cudjoe). Allenatore: Seccardini.

Reti: 8’pt su rigore e 21’pt El Hilali (M), 35′ pt Alagna su rigore (A).

Arbitro: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X