Quantcast
facebook rss

L’igiene orale per cane e gatto: attenti, la parodontite è irreversibile

ANIMALI - Il controllo della cavità buccale,  anche e soprattutto in assenza di problemi evidenti, deve essere alla base della quotidiana gestione dei nostri pets fin da giovani, tanto più che, se abituati, questa prassi non risulterà fastidiosa per il soggetto o di difficile esecuzione per i proprietari. La prevenzione è sempre il trucco migliore per evitare problemi e inutili spese. La stomatite è ricorrente soprattutto nei gatti outdoor. Anche i cani spesso presentano gravi problemi di gengivite, placca e  tartaro 
...

di Maria Assunta Mandozzi

(medico veterinario)

Più dell’80% degli animali d’affezione è colpita da paradontite (molto simile a quella umana) dovuta alla ridotta o assente cura dell’igiene orale.

La malattia del cavo orale può avere sicuramente cause e sintomi molto diversi in base al soggetto, alla specie, alla razza, alla genetica, al tipo di alimentazione, all’età,  eccetera.

Nella mia pratica ambulatoriale mi capita di visitare molti gatti che soffrono di stomatite ricorrente, soprattutto gatti outdoor,  e altrettanti cani che presentano gravi problemi di gengivite, placca e  tartaro. 

I problemi di parodontite non colpiscono solo i cani e i gatti anziani ma sono il risultato di una trascuratezza dell’igiene orale negli animali adulti ( la placca può iniziare a formarsi già dai 3 anni di vita).

Ma che cos’è la parodontite? E’ un processo infiammatorio del tessuto gengivale e successivamente delle strutture di sostegno del dente (parodonto) a insulti batterici orali (placca). La causa primaria di gengiviti e parodontiti nei nostri pets è l’accumulo di placca sulla superficie dentale. La placca è una pellicola costituita da aggregati batterici e dai loro prodotti associati a detriti orali (residui di cibo ad esempio).

La formazione di placca, inizialmente,  non crea evidenti sintomi in quanto provoca solo infiammazione gengivale (gengivite) e in linea generale dà luogo ad una patologia reversibile se prontamente gestita. I problemi più gravi si hanno quando la placca inizia ad interessare non solo la superficie del dente e la gengiva libera ma va a colpire i tessuti sottostanti la gengiva ( legamento parodontale,  cemento, osso alveolare) e che porta alla formazione del tartaro che altro non è che placca mineralizzata.

A questo punto si ha la patologia parodontale con evidenti e inconfondibili sintoni:

  • Alitosi
  • Difficoltà di masticazione (rifiuto delle crocchette fino ad arrivare all’anoressia)
  • Perdita dei denti
  • Ptialimo (perdita di saliva per infiammazione, difficoltà di occlusione mandibolare, ecc..)
  • Ascessi dentali e fistole
  • Dolore

La parodontite conclamata è irreversibile e necessita sempre dell’intervento di un medico veterinario che provvederà in base al caso clinico:

  • Detartrasi sopra e sotto- gengivale
  • Lucidatura
  • Levigatura radicolare
  • Estrazione dei denti irrecuperabili
  • Chirurgia parodontale

Detto ciò è chiaro che l’igiene orale e il controllo della cavità buccale,  anche e soprattutto in assenza di problemi evidenti, deve essere alla base della quotidiana gestione dei nostri pets fin da giovani, tanto più che se abituati questa prassi non risulterà fastidiosa per il soggetto o di difficile esecuzione per i proprietari.

La gestione dell’igiene orale consiste sostanzialmente nello spazzolamento dei denti con prodotti specifici ad uso veterinario che assicurano una riduzione dell’accumulo di placca e ne rallentano la formazione,  un’alimentazione idonea e specifica nei soggetti predisposti, e almeno una visita di controllo annuale (se non vi sono problemi che richiedono controlli più ravvicinati) dal vostro medico veterinario di fiducia.

Sicuramente alcuni cani e alcuni gatti sono maggiormente predisposti alle patologie parodontali, basti pensare alle razze brachicefale che geneticamente hanno un’occlusione buccale anomala  e una masticazione difficoltosa; il consiglio è quello di non aspettare mai i sintomi di questa patologia ma di far controllare regolarmente il nostro amico a quattro zampe. La prevenzione è sempre il trucco migliore per evitare problemi e inutili spese.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X