facebook rss

Sfida green per il Piceno
con i treni della domenica dei turisti

L'ASSESSORE regionale Guido Castelli trova l'intesa con Trenitalia sui mezzi di ultima generazione e incontra i Comuni di Ascoli e San Benedetto e le associazioni: «Obiettivo valorizzare il patrimonio del territorio in modo ecosostenibile». Entusiasta il sindaco Fioravanti

Il Piceno, con il suo entroterra e la sua costa, unito nel nome del turismo ecosostenibile. È l’idea dell’assessore regionale ai Trasporti, Guido Castelli che lancia l’idea di un servizio di corse ferroviarie domenicali che per la prossima estate potrà aiutare i turisti a raggiungere meglio le città di Ascoli e San Benedetto.

La stazione di Ascoli

Ha raggiunto l’accordo con la Direzione Marche di Trenitalia e l’ha presentato in videoconferenza con la partecipazione dei due Comuni rappresentati dal sindaco Marco Fioravanti (Ascoli) e dal consigliere comunale Gianni Balloni (San Benedetto), di Fausto Del Rosso di Trenitalia e rappresentanti delle associazioni di guide turistiche, di albergatori, Confcommercio e Confindustria.

«Mancano pochi mesi all’estate, speriamo la prima post Covid – dice Castelli – per questo è giusto lavorare fin da ora per rendere sempre più accogliente e accessibile la nostra regione. In particolare il Piceno che necessita di una maggiore appetibilità, dalla costa all’entroterra».

La proposta prevede l’inserimento di sei treni per ogni domenica, da giugno a settembre. In tutto quindici corse festive giornaliere, con orari sia mattutini che serali.

La stazione di San Benedetto

«Le corse mattutine saranno dedicate ad ascolani e agli altri cittadini o turisti dell’entroterra che potranno andare al mare e tornare nel tardo pomeriggio, evitando code e disagi dovuti all’utilizzo dell’auto. Le corse serali, invece, saranno utilizzate dai villeggianti della Riviera che potranno visitare Ascoli anche dopo cena, per poi tornare in albergo. Ai turisti che la prossima estate sceglieranno il sud delle Marche diciamo: siete qui per la splendida Riviera delle Palme? Visitate anche la splendida Ascoli. E viceversa».

Entusiasta il sindaco Fioravanti: «Utilizzare treni di ultima generazione è una intelligente modalità per migliorare la sinergia tra i due territori e valorizzare mezzi elettrici capaci anche di ospitare a bordo le bici andando incontro alle esigenze di tanti turisti, soprattutto stranieri, che scelgono mete raggiungibili in modo ecosostenibile. Inoltre nasceranno nuove partnership per tutte le realtà culturali e turistiche del territorio, dai musei alle strutture ricettive, in grado di dare nuova linfa ad un settore che ha sofferto più di altri la pandemia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X