Quantcast
facebook rss

Agevolazioni per attività
di edilizia e commercio

OFFIDA - La delibera prevede la riduzione degli oneri per l'occupazione di suolo pubblico, fino al 100%. Ecco i dettagli
...

Cristina Capriotti

Riduzione dell’80% degli oneri per l’occupazione del suolo pubblico. E’ questa una delle misure adottate dal Comune di Offida in aiuto alle imprese locali.

L’iniziativa si rivolge alle attività di edilizia e commerciali che potranno beneficiare di una proroga per tutto il 2021 per l’estensione degli spazi pubblici occupati.

La riduzione degli oneri, deliberata dall’Amministrazione comunale, riguarderà sia i privati, sia i cantieri legati alla ricostruzione, a seguito degli eventi sismici del 2016. In particolare, in quest’ultimo caso, questa misura comporterà una maggiore disponibilità economica per i lavori di ristrutturazione degli edifici danneggiati dal terremoto.

L’esenzione sale al 100% nel caso di occupazione di suolo pubblico, per la realizzazione di cappotto termico in extra-spessore su edifici che affacciano su vie e piazze di Offida.

Occorrerà però garantire, in quel caso, l’accessibilità agli spazi pubblici, con particolare attenzione alla dimensione di marciapiedi e passaggi pedonali che non potrà essere mai al di sotto di 1 metro, al netto di eventuali ostacoli (pali della pubblica illuminazione, panchine, alberature).

Inoltre la larghezza delle aree carrabili residue non potrà essere inferiore a 3 metri mentre quella  delle aree pedonali non potrà scendere sotto ai 2 metri.

Maurizio Peroni

«In un momento particolarmente difficile com’è quello che stiamo attraversando – spiega l’assessore all’Urbanistica Maurizio Peronil’Amministrazione comunale vuole essere vicina ai propri cittadini, favorendo le opportunità di ristrutturazione degli edifici messe

in campo attraverso le misure della ricostruzione per il Sisma 2016 e del Superbonus 110%».

Per quanto riguarda le attività commerciali, è stata prorogata al 31 dicembre 2021 la possibilità di aumentare gli spazi pubblici occupati, anche con diversa dislocazione, e in modo gratuito, così come previsto nel “Disciplinare per la gestione straordinaria delle occupazioni di suolo pubblico per esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e assimilati durante l’emergenza da Covid 19”.

«Con questa Delibera – commenta l’assessore al Commercio Cristina Capriotti – abbiamo deciso di estendere per tutto il 2021 la possibilità di maggior occupazione di suolo pubblico ai sab (bar, ristoranti) richiedenti, al fine di consentire loro di poter lavorare in sicurezza mantenendo il distanziamento sociale tra gli avventori dei locali. Dobbiamo guardare con fiducia alla prossima stagione estiva e farci trovare pronti per offrire un borgo sicuro e accogliente».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X