facebook rss

Morto il sindaco di Amatrice,
Antonio Fontanella

IL COMMENTO di Valeria Mancinelli, presidente Anci Marche e coordinatore dei comuni terremotati per la scomparsa di Antonio Fontanella. E' spirato al "Gemelli" di Roma. Domenico Pompili, vescovo di Rieti e amministratore apostolico della Diocesi di Ascoli, gli ha impartito l'estrema unzione

Petrucci e Fontanella in uno degli incontri in video conferenza con il commissario Legnini (foto Anci Marche)

E’ morto il sindaco di Amatrice Antonio Fontanella.

«Dopo la morte di Aleandro Petrucci, sindaco di Arquata del Tronto, perdiamo un altro sindaco in prima linea per la ricostruzione», il commento di Valeria Macinelli, presidente Anci Marche e coordinatrice dei Comuni colpiti dal sisma del 2016.

La Mancinelli ne ha apprezzato la grande competenza e lo spirito collaborativo sempre dimostrato nelle riunioni delle 4 Anci, ed anche l’ironia che ne accompagnava gli interventi.
Fontanella, che era succeduto a Sergio Pirozzi, aveva 70 anni. E’ spirato al Gemelli di Roma dove era stato trasportato il 20 marzo a seguito di un’ischemia.

Come capofila dei sindaci dei comuni terremotati, il sindaco di Amatrice si era fatto promotore di norme volte all’accelerazione della ricostruzione.

E’ stato il vescovo Domenico Pompili, capo della diocesi di Rieti e amministratore apostolico di quella di Ascoli a dare al sindaco Fontanella l’estrema unzione. Il funerale si terrà sabato ad Amatrice, nello stesso giorno in cui sarà varato ufficialmente in piano speciale per la ricostruzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X