Quantcast
facebook rss

Premio Libero Bizzarri,
giornata di premi
C’è anche il doc sul “Ballarin”

SAN BENEDETTO - La rassegna sul documentario volge al termine con un programma interessante. Tra le proiezioni di oggi anche “L’ultima partita di Pasolini” di Giordano Viozzi. Il vecchio stadio della Riviera protagonista anche di un'altra opera
...

Ultimo giorno di proiezioni per la sessione online del 27esimo Premio Libero Bizzarri, la cui visione dei documentari è in streaming gratuito sul portale mymovies.it.

“Il Ballarin, la fossa dei leoni”

Il programma di oggi mercoledì 31 marzo.

Ore 15,30 – GLI OMAGGI
“La disamistade” di Libero Bizzarri (1962, 10’) “La Disamistade” è un documentario che osserva più da vicino Orgosolo e spiega i perversi meccanismi della faida, (la disamistade per l’appunto in lingua Sarda) incarnata da alcune famiglie del paese, da decenni acerrime nemiche.

Ore 16 – MEDIATECA
“Il Ballarin, la fossa dei leoni” di Mauro Piergallini e Mirko Tulli (2020, 30’) a cura della Curva Nord Massimo Cioffi. Il documentario ha alternato immagini storiche dell’impianto al racconto degli anni d’oro della Samb attraverso i ricordi dei protagonisti in campo e sugli spalti. Dagli inizi del tifo organizzato alla scelta del nome Onda D’Urto, fino a citare i famosissimi scontri contro i Cavesi e il simpatico retroscena legato alla scelta del teschio alato.

Ninetto Davoli ne “L’ultima partita di Pasolini”

Ore 16,30 –EVENTI
“Il pezzo mancante” di Giovanni Piperno (2010, 76’) Per poter mantenere il controllo della Fiat per oltre un secolo la famiglia Agnelli ha coltivato l’obbedienza e il rispetto della gerarchia. Questo ha anche causato una catena di grandi sofferenze nella famiglia e ha condizionato lo sviluppo dell’azienda, entrambe dominate, dal dopo guerra in poi, dal mito dell’Avvocato. Attraverso il percorso di un amico di Edoardo Agnelli, le testimonianze di conoscenti, e il ricco repertorio della casa di produzione della Fiat, usato come se si trattasse di filmini familiari.

Libero Bizzarri

Ore 18 – DOC DAL MONDO
“Watermark” di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky. (Canada 2014, 90’) Uno straordinario documentario fotografico sul fondamentale ruolo che l’acqua ricopre nella formazione delle popolazioni del mondo. Un film che intreccia diverse storie da tutto il mondo sul nostro rapporto con l’acqua: perché ne siamo così fortemente attratti, cosa ci può insegnare, l’uso che ne facciamo e le sue conseguenze. Le enormi fattorie galleggianti al largo della costa cinese del Fujian, il cantiere di Xiluodu, la più grande diga ad arco al mondo, il delta del deserto dove si arena il possente fiume Colorado, le concerie di cuoio di Dhaka.

Ore 19,30 – CONCORSO ITALIADOC
“L’ultima partita di Pasolini” di Giordano Viozzi (2019, 54’) Il 14 settembre 1975 Pier Paolo Pasolini gioca la sua ultima partita di calcio prima di morire in quel tragico 2 novembre. Lo fa a San Benedetto, dove il suo amico Ninetto Davoli soggiorna per girare il film “Il vizio ha le calze nere”. Il documentario parte dalla meticolosa ricerca del filologo Francesco Anzivino e ripercorre quella partita tra Vecchie Glorie della Sambenedettese e Nazionale Cantanti.

Ore 20,30 – CONCORSO ITALIAcortoDOC
“Oltre la linea” di Paolo Geremei (2015, 19’) Simona, Mirko e Diego sanno fare bene una cosa: correre, nuotare, giocare a calcio. Non importa se non sanno dov’è il Brasile, loro nel 2016 vogliono andare lì. Sono determinati, forti, testardi. Sono ragazzi disabili.

Ore 21,30 – PREMIAZIONI
Saranno resi noti i nomi dei vincitori dei Concorsi e dei Premi Speciali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X