facebook rss

Nuove richieste
per le “Aree della solidarietà”
nel mercato settimanale

SAN BENEDETTO - L'Amministrazione comunale ha autorizzato altre due associazioni che operano nel terzo settore, per raccogliere fondi a scopo benefico

La Giunta comunale di San Benedetto ha deliberato di prorogare l’accoglienza, nelle “Aree della solidarietà” dei mercati settimanali del martedì e del venerdì, degli stand di quattro realtà tra cooperative sociali e associazioni di promozione sociale (cooperative “Primavera”, “Biancazzurro”, “Il Faro del Piceno”, associazione “Amelia”) che vi operano dal 2018.

Con lo stesso atto, è stata data la stessa opportunità ad altre due realtà del terzo settore fortemente impegnate nel sociale, che dunque potranno esporre i loro prodotti durante i mercati infrasettimanali, con gli obiettivi di favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e raccogliere fondi a scopo benefico attraverso la vendita dei prodotti realizzati dai soci.

Si tratta di “Le Ali della Vita” (associazione sambenedettese parkinson) e “Laboratorio di frontiera” (associazione di promozione sociale).

«L’esperimento condotto in questi tre anni ha dato ottimi risultati – dice l’assessore alle attività produttive Filippo Olivieri che propose l’iniziativa nel 2018 – e abbiamo accettato di buon grado di ampliare il numero di queste preziose realtà associative che vengono accolte in appositi spazi dei mercati del martedì e del venerdì fornendo un valore aggiunto all’intero panorama espositivo di uno dei mercati più importanti delle Marche».

«La presenza degli stand delle associazioni e delle cooperative al mercato è molto importante – aggiunge l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboninon soltanto perché offre loro la possibilità di ricevere sostegno alle iniziative sociali ma anche perché è un momento in cui queste persone hanno la possibilità di relazionarsi con gli altri e mettersi in gioco in prima persona.

Ecco perché abbiamo subito accolto le due nuove richieste che ci sono pervenute prorogando contestualmente quelle già in vigore».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X