facebook rss

Ascoli-Empoli: il countdown è scattato,
i precedenti sorridono al Picchio

SERIE B - Da questa mattina i bianconeri si sono ritrovati in ritiro per trovare la massima concentrazione. Venerdì la consueta rifinitura prepartita. Lo scorso luglio il gol di Eramo contro i toscani lanciò la squadra di Dionigi verso la salvezza. Arbitra Sozza di Seregno

 

di Salvatore Mastropietro

Dopo due settimane di sosta forzata il ritorno in campo per l’Ascoli è ormai alle porte. La gara con l’Empoli, in programma sabato 1 maggio alle ore 14 al “Del Duca”, aprirà il periodo decisivo della stagione per i bianconeri, attesi dalle ultime quattro caldissime sfide di campionato. La squadra di Sottil, come comunicato già ieri, ha cominciato con un giorno d’anticipo il ritiro con l’obiettivo di trovare la massima concentrazione. Ai toscani, dal loro canto, non mancheranno di certo motivazioni, considerando che – in caso di successo e contemporanea mancata vittoria della Salernitana – potrebbero festeggiare la promozione in Serie A con tre giornate d’anticipo.

La gioia bianconera dopo la vittoria sulla Spal

Dopo essersi riuniti in ritiro in mattinata, i bianconeri sono tornati in campo nel primo pomeriggio per preparare la gara di sabato. L’orario delle ultime sedute, comprese quelle degli ultimi giorni, di quella odierna e della rifinitura di domani, è stato scelto per abituarsi al meglio a quello delle ore 14, che sarà l’orario del calcio d’inizio di tutti gli ultimi match. Oggi, giovedì 29 aprile, mister Sottil e il suo staff tecnico hanno predisposto un lavoro prettamente tattico. Le ultime riserve verranno sciolte domani, ma la strada su cui vuole continuare il tecnico piemontese è senz’altro quella dell’ormai collaudato 4-3-1-2.

L’esultanza di Eramo nel gol decisivo siglato lo scorso luglio

PRECEDENTIAscoli ed Empoli si affronteranno al “Del Duca” per la ventesima volta nella storia. Nei 19 precedenti disputati finora, divisi tra Serie A (4), Serie B (6) e Serie C (3), il bilancio parla a favore della squadra picena. I bianconeri si sono imposti in otto occasioni, mentre i toscani hanno espugnato l’impianto marchigiano per tre volte. L’ultimo precedente risale al 13 luglio della scorsa estate, quando la squadra allora allenata da Davide Dionigi riuscì ad imporsi di misura con un gol dell’ex di turno Mirko Eramo. Prima della partita in questione l’ultimo successo del Picchio era arrivato nella stagione 2009-2010: 2-1 con reti di Amoroso e Antenucci.

Gli ultimi due successi dei toscani, invece, risalgono alla stagione 2012-2013 e 2017-2018. Nel primo caso l’Empoli di Maurizio Sarri, poi allenatore di Napoli, Chelsea e Juventus, espugnò il “Del Duca” con doppietta di Maccarone. Nella seconda occasione, invece, la squadra azzurra si impose per 1-2 con reti di Krunic e Ninkovic, che avrebbe fatto le fortune dell’Ascoli nelle due stagioni successive.

ARBITRO – Il match tra Ascoli ed Empoli è stato affidato all’arbitro Simone Sozza di Seregno. Per il fischietto lombardo si tratta del terzo precedente con i bianconeri. Nella passata stagione ha diretto Pordenone-Ascoli 2-1 (22 dicembre 2019) e Ascoli-Crotone 1-1 (29 giugno 2020). Gli assistenti sono Marcello Rossi di Novara e Davide Miele di Torino, quarto ufficiale Lorenzo Maggioni di Lecco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X