Quantcast
facebook rss

“Che cosa c’è da ridere”, l’ultima fatica di Federico Baccomo

SAN BENEDETTO - L'ex avvocato, che ha lasciato la professione per dedicarsi alla scrittura, venerdì 30 aprile ospite de "I Luoghi della Scrittura" di Mimmo Minuto
...

 

Federico Baccomo

Organizzato da Mimmo Minuto, venerdì 30 aprile “I Luoghi della Scrittura”, nell’ambito della rassegna “Incontri con l’Autore”, ospita lo scrittore Federico Baccomo nella diretta sulle pagine facebook e sul canale youtube de “I luoghi della scrittura” a partire dalle ore 18,30. Baccomo presenta il suo ultimo libro “Che cosa c’è da ridere” (Mondadori). A conversare con l’autore sarà Eliana Narcisi.

LA TRAMA – Erich Adelman è un ragazzino ebreo nella Berlino degli anni Trenta che cresce in una casa dove non si ride mai. Erich desidera solo due cose: l’amore di Anita, la ballerina ritratta sulla cartolina donatagli da un uomo senza gambe incontrato per strada, e diventare un grande comico, calcando il palco dei migliori cabaret della Germania. Sogni, i suoi, che proprio nel momento in cui sembrano potersi realizzare, si scontrano con la più abominevole delle realtà, la tragedia della Shoah. In questo romanzo Federico Baccomo riesce a tenere assieme comicità e tragedia, che si riflettono l’una nell’altra e a vicenda si illuminano e si potenziano. Grazie anche a un grande lavoro di documentazione, ci regala una toccante storia di formazione ispirata a quella dei tanti ossuti e stremati Erich che sfidarono il nazismo opponendo l’arte e l’intelligenza alla grettezza, all’ottusità e alla violenza, per continuare a sentirsi, nonostante tutto, esseri umani.

Baccomo, milanese di 43 anni, è un ex avvocato che ha lasciato la professione per dedicarsi alla scrittura.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X